I mille Volti del Potere: la fine

Mago dell'Ordine Splendente_Il Maestro, Mago dell’Ordine Splendente, aveva indirizzato il gruppo nella giusta direzione: quella della Reliquia di Sigmar, consistente in un potentissimo amuleto. La reliquia conteneva una falange della mano di Magnus il Pio, Imperatore che ricostituì l’Impero più di due secoli fa e che contribuì alla creazione, insieme ai potenti Maghi elfi, dei Collegi della Magia stessi.

Il piano era semplice all’apparenza, ma possedeva una rete di potere ed influenza tutt’altro che trascurabile.

 

Il rituale sarebbe stato fatto a Nuln, nella torre corrotta del collegio che lui aveva scoperto e protetto da occhi indiscreti, soprattutto dagli occhi di avrebbe, ingiustamente, voluto “purificare” la costruzione e il potere che essa conteneva.

Perché il Maestro altro non era che un fedele seguace di Tzeentch, e un’altra faccia del potere.

 

Chi assaggia la magia “purificata” degli elfi si trova nella condizione di poter assaggiare un certo numero di piccole porzioni del contorno di una vastissima portata da pranzo. Può mangiare quanto desidera, ma solo a piccoli bocconi e solo dal contorno, lasciando intonso il piatto principale.

E la portata di Tzeentch è la più grande tra tutte quelle che compongono la magia.

La VERA magia.

 

Il Potere.

 

 

Il rituale che si andava preparando affondava i suoi tasselli in una rete di intrighi e seduzioni tessuta da MESI da parte del signore del mutamento, sfruttando persino un comune accordo con il Principe Oscuro del Piacere Slaanesh.

“Noi vi serviremo, oh Dei, ma in cambio concedeteci la vostra Oscura Benedizione. Concedeteci la vostra Forza. Concedeteci Potere.”

 

180px-Stadtbanner_von_NulnLuogo: la torre della magia di Nuln.

Un centro del Dhar, dove la Magia scorre potente, e richiamo simbolico alla perdizione della città, dove membri di ogni classe sociale sono passati per il giaciglio di Liandril, e uno dopo l’altro sono stati votati a Slaanesh dalla sua fedelissima seguace.

Focus: L’Atto Blasfemo e la reliquia.

Un Focus estremamente potente! Magnus era stato l’Imperatore sotto cui erano stati istituiti i Collegi della Magia, e un Mago dell’Ordine Splendente votato a Tzeentch, un “traditore” secondo i canoni imperiali, avrebbe potuto usarla per liberare un grande potere. Ancora più grande considerando che l’atto blasfemo non lo avrebbe compiuto lui solo, ma insieme a due seguaci di Slaanesh e un Principe Demone! Dissacrare una reliquia del culto di Sigmar con circostanze talmente favorevoli avrebbe avuto un enorme tornaconto.

Presenze: Principe Demone, il beneficiario del rituale; Il Maestro, l’officiante; il suo apprendista, l’aiutante; i due seguaci di Slaanesh, partecipanti (attivi e passivi).

 

Per fare tutto questo serviva solo la Reliquia… e infatti il Maestro li aveva indirizzati nuovamente alla sua ricerca.

 

Ma nessuno di loro tornò.

E nella visione attraverso il fuoco, il Maestro vide la morte di Lafaliel, e la fuga presa dal suo apprendista Kamiel e dalla sua compagna Liandril.

 

Ma come era possibile?

Chaos_Daemon_PrinceLe visioni che aveva avuto erano chiare, non potevano essersi sbagliate! Era da mesi che le sue visioni lo guidavano in quella direzione, come poteva finire così?

Si stava ancora facendo queste domande quando un’immensa chela gli spezzò la schiena, rompendogli la spina dorsale e tranciando facilmente muscoli, ossa e cartilagini.

 

 

 

Un altro tassello, dentro l’ordito preparato dal Signore del Mutamento, aveva finalmente preso il suo posto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...