A proposito dei Goblin (ambientazione fantasy tradizionale)

 

goblinGoblin: umanoide pelleverde di piccola taglia, estremamente diffusi in quasi ogni territorio. I goblin mostrano una grandissima capacità di adattamento agli ambienti canonicamente ostili per le altre razze, riuscendo a vivere (anche se non senza difficoltà) praticamente ovunque. Questa, a parte la loro estrema prolificità unita ad un ciclo vitale più breve di quello umano, è la loro unica caratteristica innegabilmente positiva. I goblin sono infatti piccoli, scarsamente dotati da un punto di vista fisico, e benché non siano affatto stupidi, la loro intelligenza e le loro energie mentali sono mediamente rivolte alla ricerca del cibo (spesso altri Goblin), alla ricerca di cose belle e luccicanti (gioielli, monete, armi, pezzi di metallo, cocci di vetro…), alla ricerca di cose divertenti (il divertimento dei Goblin è un concetto piuttosto relativo), a pensieri malevoli (in senso MOLTO lato), o alla ricerca di un modo per fregare ad un altro goblin i suoi oggetti o magari un suo braccio per mangiarselo. La loro razza rifugge quasi ogni tipo di disciplina, e l’ordine viene spesso mantenuto tramite minacce, estorsioni, prove di forza… o semplicemente non viene mantenuto (cosa che capita assai di frequente). Se aggiungiamo a tutto questo il fatto che il coraggio del goblin medio equivale grossomodo a quello di una gallina, capiamo subito come mai raramente i goblin siano di per se un grave pericolo, nonostante la loro spiccata vena di malignità.

Essi non hanno le caratteristiche fisiche necessarie per essere realmente pericolosi in uno uno-contro-uno, non hanno le capacità artigianali adeguate alla costruzioni di armi o armature di qualità, e nella stragrande maggioranza dei casi il Capo goblin di una banda non possiede in ogni caso autorità e competenze adeguate a fare molto di più che tenere semplicemente insieme i goblin che gli stanno intorno aspettando che muoia per marngiarselo.

Questo però non significa che affrontare goblin sia una scelta privi di pericoli.

A differenza di altri pelleverde (come gli Orchi) decisamente più robusti e nerboruti, essi sono intelligenti.

Un orco possiede un’innegabile possanza fisica, ma è molto difficile che affrontando un orco ci si trovi di fronte a qualcosa di diverso da una carica frontale. Non sto dicendo che affrontare un orco in carica sia facile, beninteso, ma considerando che quasi sicuramente l’orco non si sia mai nemmeno posto la domanda “posso fare qualcosa di diverso da caricare a testa bassa ogni nemico che incontro?”, si è ragionevolmente certi che non si farà proprio quella domanda e soprattutto non si darà anche una risposta proprio prima dello scontro che state per fare.

E quindi, vi potete sempre regolare di conseguenza.

Con i goblin è diverso, molto diverso.

Intanto perché sono perfettamente consci della loro inferiorità fisica, e quindi, a meno che qualcuno di pauroso (come l’orco sopracitato) non li obblighi, essi non vi caricheranno mai frontalmente. Se fossero particolarmente rincuorati dal loro grande numero (e dal basso numero di avventurieri) magari potrebbero fare una carica sui fianchi, ma più probabilmente essa sarebbe più un’imboscata che una carica. E se ogni avventuriero sa quasi per certo che un goblin messo alle strette e lasciato a se stesso fuggirà piuttosto che combattere (o al massimo tenterà un’improbabile svenimento), è quasi impossibile prevedere con certezza cosa farà quello stesso goblin durante lo scontro, e proprio perché a differenza dell’orco un goblin sa essere molto astuto. Codardo, debole, socialmente inabile, cannibale, eccetera eccetera… Ma astuto.

Non sottovalutiamo quindi un gruppo di goblin numerosi, equipaggiati (magari con armi / pezzi di armature rubate) e dotati di un Leader abbastanza pauroso (ai loro occhi! Non pauroso in senso oggettivo!) da essere seguito e abbastanza furbo da avere un piano di battaglia che lasci all’astuzia e alla malignità dei singoli goblin la possibilità di esprimersi.

 

GoblinSorcererE non dimentichiamo i Goblin capaci di utilizzare una qualche rozza forma di magia tribale o sciamanica! Essa sarà affatto priva di formule eleganti, sfrutterà materiali poco igienici come teschi, carne putrefatta, sangue e astrusi simboli tracciati tramite ocre e sterco, ma il risultato non avrà nulla da invidiare ad un “raffinato incantesimo elfico”.
Puzzerà forse un po’ di più, ma che una palla di fuoco puzzi più o meno di tanto, una volta che ti esplode addosso, non è poi un parametro così rilevante…

 

In sintesi,
non sottovalutate i Goblin.

 

Annunci

One thought on “A proposito dei Goblin (ambientazione fantasy tradizionale)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...