Sine Requie: I quattro Assi

 

Asso di Spade

Affinità Occulta, Distanza dalla Morte, Equilibrio Mentale, Karma
Affinità Occulta, Distanza dalla Morte, Equilibrio Mentale, Karma

“Ehi, hai sentito?”
“Mmm? Cosa c’è adesso?”
“Quella voce! C’è qualcuno che sta parlando? Ehi, mi sentite??”
“Ma cosa urli? Siamo qui da tre giorni, abbiamo controllato tutte le stanze, sbarrato porte e finestre, e sigillato la cantina! Nessuno può entrare senza far rumore e farsi sentire!!”
“Cazzo lo so c’ero anche io, cosa credi?? Ma ti dico che ho sentito una voce!! Qualcuno ci sta parlando!!”
“E io torno a ripeterti che ti si è fottuto il cervello dalla paura e mancanza di sonno, perché qui non c’è una merda di nessuno a parte noi due!!”
“….. Oh merda della creazione francese…”
“??????? COSA??? Pazzo schiodato e ANTI-IDEALISTA che non sei altro, se non fossi così bravo con il fucile io ti-”
“Siamo fottuti. C’è una Belva fuori dalla porta.”
“MA TI SEI BEVUTO IL CERVELLO??? Ti sembrano scherzi da fare???”
“Non è uno scherzo. C’è davvero. Lo ho sentito.”
“Lurido antifrancese dei miei stivali, adesso ti-”
“Controlla dallo spioncino. Non preoccuparti, non può entrare o lo avrebbe già fatto. Perché dovrebbe comunque? Siamo noi che prima o poi dovremo uscire. Ci sta aspettando.”
“In che lingua devo dirti che-”
“CONTROLLA!!!”
“Ma guarda che mi toc- … …”
“Allora?”
“Ma… cosa… come… no-non è possibile, il posto era sicuro!! E tu… tu… TU, COME CAZZO HAI FATTO A SENTIRLA??”
“Mi hanno avvisato. Ho sentito la voce.”
“tu… tu cosa?”
“Saremmo usciti, e saremmo morti. Mi hanno voluto avvisare.”
“… Chi?”
“Non lo so, amico. Non lo so. Però lo ho sentito. E col cazzo che mi faccio mangiare, poco ma sicuro!!”

 

 

Asso di Bastoni

Coordinazione, Destrezza Manuale, Forza Fisica, Mira
Coordinazione, Destrezza Manuale, Forza Fisica, Mira

Il gruppo correva. Correva, correva come se ad ogni passo ne stesse andando della stessa vita di ogni uomo e donna della squadra. Cosa che poi non era così lontana dalla verità, dato che il Ferox che avevano alle spalle guadagnava comunque terreno, balzo dopo balzo. Quando sei morto il non dover respirare né preoccuparti del dolore o della mancanza di sangue come del braccio sinistro ti rende un corridore temibile, sia sulle brevi che sulle lunghe distanze. Scappare correndo da un Morto del genere è impossibile, ma il gruppo si trovava a circa cinquanta metri  da un profondo crepaccio largo apparentemente tra i quattro e cinque metri. Il Morto, incapace di pensieri elaborati, molto probabilmente vi sarebbe caduto dentro, rendendo la situazione per i tre vivi molto più facile… a patto di raggiungerla prima del morto, e di riuscire a saltare dall’altra parte. Cinquanta metri, corsi come nessuno di loro aveva mai corso prima. Il Morto si avvicinava. A due passi dal bordo del crepaccio, la mano del Ferox quasi strinse la giacca della ragazza, rimasta un passo indietro agli altri… Ancora due passi, con i polmoni in gola, e la mano del morto sui vestiti.
Si staccò da terra. E volò al di là del crepaccio.
Non fu un semplice salto, ma un vero e proprio balzo ferino al di là di un ostacolo che ci si rifiuta di considerare insormontabile. Gettarsi con anima e corpo al di là della difficoltà, per cavarsi fuori dall’ostacolo e riprendere il controllo del proprio filo della vita. Il morto, incapace di saltare, cadde nel crepaccio, e nella risalita venne facilmente fatto a pezzi dal gruppo.

 

 

Asso di Coppe

Intuito, Memoria, Percezione, Volontà
Intuito, Memoria, Percezione, Volontà

“Se ho visto quel Cacciatore di Morti? Mmm… fammi pensare… Si. Si, lo ho visto. Anzi, ti dirò di più. Lo ho visto molto bene, al punto che lo riconoscerei in mezzo a mille altri. Ovviamente mi ricordo anche perfettamente ogni dettaglio, se dovessi ad esempio descriverlo. Particolare anch’esso degno di nota erano gli oggetti che portava con se. Perché? Ma come perché? Perché un cacciatore di morti con quelle cose dietro non può che essere collegato agli eventi di pochi giorni fa al paese di sottomonte… Certo che ne ho sentito parlare. Sentito, e memorizzato. Anzi, ti dirò di più. Sentito, memorizzato, e collegato. Come collegato con cosa? Non hai ancora capito come tutto quello che accade in quel paese sia strettamente collegato a quello che accade nei paesi circondari pochi giorni prima? Proprio per questo questa volta sono più preoccupato del solito, perché apparentemente il primo segno è arrivato dal centro, dal paese di sottomonte, e non dagli altri… Ma non preoccuparti. Sono sempre stato un tipo che impara molto in fretta. Dammi qualche giorno, i libri su cui documentarmi, e sarò pronto.”

 

 

Asso di Denari

Aspetto, Comando, Creatività, Socievolezza
Aspetto, Comando, Creatività, Socievolezza

“Uomini, amici, compagni di battaglia, fratelli e sorelle della resistenza: NON MOLLATE! Il nemico marcia da Parigi Est in direzione delle nostre postazioni, e questo scontro non sarà come quelli a cui in questi ultimi mesi siamo stati abituati. Noi non abbiamo il loro numero, come non abbiamo il loro equipaggiamento e le loro bestie selvagge. Ma noi, compagni partigiani, abbiamo qualcosa che nessuno dei nostri nemici possiede!! NOI COMBATTIAMO PER LA NOSTRA TERRA!! Ed è proprio qui, SUL SUOLO DI PARIGI, della NOSTRA PARIGI che noi OGGI FERMEREMO quei bastardi senza cuore e senz’anima, nel nome della Francia, di Parigi, dei nostri caduti, e soprattutto per LA NOSTRA TERRA!! Compagni Partigiani, non un passo indietro! Parigi è NOSTRA!”

 

 

 

 

Annunci

5 pensieri su “Sine Requie: I quattro Assi

  1. tanto per aggiornarti, oggi ho ricevuto il manuale di Sine Requie + tarocchi + schermo, lo sto leggendo proprio ora, non riesco a smettere di parlarne con tutti, la mia donna è andata a dormire prima del solito tanto sono piacevole all’ascolto 😉 Sono innamorato di quel manuale, e tu hai contribuito a farmelo conoscere, proprio tramite questo articolo… (ok, ci giocava da tempo pure il mio tastierista, ma non avendo un gruppo di gioco in comune, ed essendo ancora preso a studiarmi i miei innumerevoli manuali di Gurps, non avevo badato ai suoi consigli ripetuti)
    Ora sto progettando di acquistare ogni singolo manuale di espansione, più in fretta possibile, perchè la mia libreria desidera essere riempita da cotanta bellezza. grazie.

    1. Cavolo, sono molto contento che tu ti sia avvicinato (e con soddisfazione!) al mondo di Sine Requie! 😉 E’ un gioco di ruolo estremamente crudo, violento, e spesso anche piuttosto “pesante” (emotivamente/emozionalmente), però è anche in grado di stimolare delle riflessioni molto profonde.
      Quando avrai iniziato a giocarlo, fammi sapere come proseguono le cose! 😉
      E, ovviamente, in bocca al Ferox! 😆

      1. tranquillo che presto comincerò a scrivere resoconti e racconti presi dai vari gdr che gioco, sicuramente Sine sarà tra i più gettonati… anche perchè il sistema basato su tarocchi mi ispira davvero molto e son certo renderà le paertite più realistiche e meno macchinose rispetto ad un classico gdr coi dadi… ti terrò aggiornato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...