Regna Draconum: Attraverso il Regno da Sud verso Nord

 

Viaggio a Sud: alla Corte del Duca Hoffmann

 

Dal Diario di Von Neumann,
Primo Ministro della Contea Verde, Ducato Hoffmann.

 

Finalmente la Casata Hoffmann ha avuto il rispetto che tanto le era stato negato dalle altre case! Le notizie, dal nostro punto di vista, sono più che favorevoli.

Innanzitutto l’erede dei Sauli, il Giovane Signore Aron Sauli, è finalmente giunto a porgere le sue scuse ufficiali alla Corte del nostro Duca, portando insieme a se la sua inseparabile scorta. Ormai per tutti quei tre sono “L’Elfo, il Monco e lo Sfregiato”. Tre facce come quelle, se le vedi, non te le dimentichi più.

Possiamo ormai affermare con certezza che la Guerra sia conclusa. Certo le Terre Maledette non sono quello che avremmo preferito come conquista, ma ci accontenteremo. In questa direzione il Conte Rosso ha fatto molte pressioni, quindi supponiamo che sia soddisfatto del risultato. Certo, il Conte Rosso non rappresenta al meglio la disponibilità del nostro Ducato verso i Sauli, anzi, è risaputo che egli sia a loro completamente avverso. Il Conte Verde, invece, deve aver preso in simpatia l’erede dei Sauli, essendo rimasto praticamente sempre a favore del giovane Aron. Il nostro Duca, modello di integrità e fermezza morale, ha sempre mantenuto un comportamento corretto e rispettoso dei rispettivi titoli, nulla di più. Come è giusto che un Duca si comporti, oserei aggiungere.

Non che comunque adesso la situazione sia completamente risolta, ci mancherebbe…

 

Vogliamo parlare, ad esempio, del Principe Ereditario?

 

 

 

Viaggio a Nord: I Misteri della Contea di Neet

 

2HOgreIpotizziamo un’alta concentrazione, per pura via ipotetica, di una bestia magica grande, grossa, e altamente pericolosa.

Ipotizziamo che questo gruppo di bestie si sia stanziato nelle vicinanze (anche se relative) della residenza dei Conti di Neet, parenti in linea diretta di Aron Sauli. Nonni, da parte di madre.

Ipotizziamo che in qualche maniera la vita criminale che aveva (più o meno) da sempre prosperato in quel territorio criminale sia in qualche maniera sopravvissuta alle suddette bestie, che sembrano prediligere le zone limitrofe ai corsi d’acqua e alle foreste.

Ipotizziamo che, a differenza di quanto accaduto nella Capitale del Ducato Sauli, il giovane Aron sia accolto come un liberatore dalla folla, in quanto colui che ha cacciato i Regi dal Ducato. Sempre ricordando, ovviamente, che la presenza dei Regi nella Contea di Neet è stata quasi irrilevante se confrontata a quello accaduto nelle altre città.

Continuiamo ad ipotizzare, ad esempio, che il Primo Ministro della Corte di Neet si faccia portavoce (o qualcosa di diverso?) di una teoria farraginosa ma effettivamente giuridicamente ineccepibile per impedire l’incontro tra Aron e i suoi parenti.

Se a questo aggiungiamo l’incontro FUORI DI TESTA tra Leonard e un tipo che successivamente ci è stato introdotto con una frase del tipo “Ah si, lui è mio padre. Almeno credo. Forse.”, allora potremmo (sempre ipoteticamente) toccare quasi il fondo. Anche perché questo tipo o è pazzo o è un mostro. Letteralmente. E questo ci fa supporre che sia veramente il padre di Leonard. Insomma, da qualcuno deve aver pur preso, no? Vero?

 

Adesso togliete TUTTE le ipotesi che ho incluso, e capirete come mai io mi senta così preoccupato.

Perché ho speso tutte le lacrime prima del colloquio con il Duca Hoffmann???? Adesso ne servirebbero vagonate… Che poi no, lasciatemi dire, quel colloquio è andato eccelsamente bene! Si, c’è stata una pecca alla fine che ha intaccato la perfezione, ma non importa, il Conte Rosso ha fatto molto, molto peggio! Sono veramente contento che Aron sia “cresciuto”. Perché è innegabile che sia successo.

Purtroppo ci sono ancora molte, molte cose da sistemare… Ma se devo essere sincero (cosa che mi riesce molto bene), sono più fiducioso adesso di tanti mesi fa.

 

Al diavolo la metafora delle lacrime, è stato solo un momento di legittimo sconforto. Ora non abbiamo bisogno di questo, ma di rimboccarci le maniche e sgobbare come non mai. Che siano i nonni di Aron o il mostruoso forse-padre di Leonard, poco importa.

Ottimismo, fiducia, carica, e resistenza di fronte agli ostacoli che potremo trovare. Ecco di cosa abbiamo bisogno.

Il Grande Spirito ci guarda, possiamo forse deluderlo?

 

Non sarà il Principe Ereditario a spaventarci, vero ragazzi?

 

–          Imrahil

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...