World of Warcraft GDR: essere un inventore

wowGDRIl Mondo di Warcraft è stato ed è tuttora plasmato dalla magia, ma la Tecnologia ha un peso molto grande sia sulla storia che su l’attualità dell’universo. Abbiamo già parlato sia degli inventori in senso generale, sia di come un personaggio possa creare il suo personale oggetto tecnologico. Oggi cerchiamo di vedere più in senso generale la vasta gamma di possibilità aperte ad un inventore, dilettante o professionista.

Se sei un giocatore con una grande fantasia, e magari conosci già l’universo Blizzard grazie ai i suoi giochi (MMORPG o Real-Time-Strategy), allora non perdere tempo a leggere questo articolo, fiondati nella progettazione di un richiamo per Kraken alimentato a seppie piuttosto che ad un sistema di propulsione alternativo per gli Zeppelin goblin che sfrutti meno flogisto e più letame (sempre abbondante e molto meno costoso del flogisto, n.d.r.).

Se invece non sei così pratico dell’universo Blizzard, o se hai timore a buttarti nell’universo delle creazioni ingegneristiche goblin e gnomiche, allora continua la lettura. 😉

(n.d.r. In questo articolo parleremo di Tecnologia, le combinazioni tra Magia e Tecnologia saranno affrontate in futuro. ;-))

 

Goblin inventorePer prima cosa, una specificazione necessaria. Come tutti i Giocatori di Ruolo sanno, la versione “Cartacea” di un Gdr consente gradi di libertà molto più grandi rispetto ai giochi informatici. Quindi, facendo un esplicito riferimento al MMORPG, nessuno vi vieta di prendere tutte le “professioni” che volete. Potete essere alchimisti, erboristi, minatori, ingegneri, fabbri, tessitori e chi più ne ha più ne metta, anche tutto insieme! MA (perché purtroppo c’è un grosso “ma”) più opzioni sceglierete per il vostro personaggio, più (a parità di avanzamento) resterete “indietro” rispetto ai personaggi specializzati in un numero ristretto di campi. Come è facilmente comprensibile, si tratta di scegliere tra essere specializzati o essere polivalenti. Entrambe le scelte sono ottime, ma chiaramente molto diverse. Tutto sta a quello che desiderate fare.

Gnomo inventoreParlando dell’ingegneria, questo discorso ha un’importanza fondamentale, perché esiste addirittura una Classe specializzata in questo ambito, ovvero “L’Inventore”. Questo apre delle possibilità che i giochi informatici Blizzard ad oggi non consentono, ovvero di dedicare l’intera carriera del personaggio al campo delle costruzioni ingegneristiche. E’ chiaro che essendo la specializzazione massima in questo ambito, per quanto riguarda esclusivamente la tecnologia questo personaggio può ottenere il massimo del risultato nel minimo del tempo, paragonato ad altre classi o combinazioni. Ottime scelte possono anche essere il bliclassamento (la classe dell’inventore può essere associata ad ogni altra quasi sempre senza accorgimenti particolari) oppure un paio di talenti opportuni per gli strumenti che ci interessa usare. Ad esempio, volendo ricrearsi in termini di Gdr cartaceo un Mago che usi il mitico POLLIZZATORE GNOMICO in battaglia, ma senza rinunciare alle capacità offensive a distanza dei maghi, allora la scelta dei talenti giusti porterà, ai livelli più alti, la capacità di costruirsi e utilizzare questo simpatico oggetto. Chiaramente sarà più difficile, lungo e dispendioso rispetto allo sviluppo di un Inventore sullo stesso oggetto, ma scusate, l’Inventore è forse in grado di lanciare palle di fuoco? 😉

 

Una volta preparato il personaggio, è tempo di INVENTARE. E parlando delle invenzioni, questo si riduce alle domande “COSA fare?” e “COME farlo?”.

 

Potete costruire quello che volete. Se non volete inventare, perché non replicare i bellissimi robot taglialegna con sega circolare?
Potete costruire quello che volete. Se non avete voglia di inventare cose nuove, perché non replicare i bellissimi robot taglialegna con sega circolare?

La risposta alla prima domanda è “QUASI tutto quello che volete”. Quel “quasi” però non deve scoraggiarvi, perché non significa praticamente mai che l’oggetto desiderato non sia realizzabile, bensì che lo sia ma con alcune condizioni che magari non avete considerato. Tutto sta nel trovare le soluzioni, e valutare se sono accettabili. Come farlo? Beh, questa è appunto la seconda domanda! 😉 E di nuovo, usiamo la fantasia.

Ora facciamo alcuni esempi, sia per mostrare un paio di percorsi “evolutivi” di un’idea, sia per presentare i due problemi usualmente più frequenti quando si cerca di “costruire” qualcosa di nuovo.

 

GatlingIDEA: Voglio costruire una gatling a vapore con sei canne rotanti che mi stia sul braccio.

PROBLEMA: una macchina del genere deve essere alimentata e rifornita di proiettili. La macchina sul braccio ci può stare, ma la fonte di energia (usualmente una qualche mini-caldaia, dove comunque “mini” significa da 5-6 Kg almeno) e i proiettili (che stimiamo sui 10 grammi di peso l’uno) no.

SOLUZIONE: stimiamo il peso della caldaia in 6 kg, una scorta di 240 proiettili (ritmo di fuoco da due proiettili al secondo, quindi sufficienti a due minuti di fuoco continuo) per circa 2 kg e mezzo, più un indicativo 3 kg di struttura – nastri – collegamenti. Il tutto per un peso indicativo di 11,5 kg gatling esclusa. È chiaro che non posso montarmi undici chili sul braccio (più la gatling) e pensare di usarlo per puntare efficacemente i bersagli. Però perché non metterli sulla schiena? Dodici chili di peso non sono poi così tanti, considerando che avrò un mitragliatore sul braccio!

Commento: l’idea originale è stata mantenuta, ma non era pensabile avere solo la macchina da fuoco da costruire. Tutti gli altri componenti necessari al funzionamento sono stati aggiunti e sistemati in maniera tale da essere trasportabili. Il “quasi” era relativo alla non-considerazione di alcuni elementi essenziali.

 

 

IDEA: voglio costruire un titano d’acciaio, di altezza sugli 11 metri e del peso di 27 tonnellate.

PROBLEMA: supponendo di avere accesso ai materiali e alle forge opportune (per dimensione e attrezzatura) il problema principale per costruire una macchina di tali dimensioni è il tempo. Se un personaggio volesse costruire questo titano da solo, impiegherebbe qualcosa come 25 anni, più o meno.

SOLUZIONE 1: chiaramente è un compito gravoso da compiere in solitario. Serve supporto, tanto supporto, e soprattutto coordinazione e abilità logistica! Bisogna far fruttare le proprie capacità organizzative e “manageriali”, e non preoccuparsi dei soldi che si spenderanno. A questo modo, ad esempio, con un Team di un centinaio di inventori pratici di grandi macchinari ai tuoi (esperti!) comandi per la costruzione, lo stesso progetto potrebbe essere realizzato in tre-quattro mesi.

Commento: se una persona fa un lavoro in 10 ore, non è assolutamente detto che dieci persone facciano lo stesso lavoro in un’ora. MA, se le persone sono competenti, addestrate a lavorare in squadra, e soprattutto se sono guidate da un leader esperto, forse tutti insieme ci possono mettere anche solo mezz’ora, invece che un’ora! Ma perché questo sia possibile, il leader deve essere esperto e abile, e non solo come inventore, ma anche come caposquadra! La classe dell’inventore è quasi obbligatoria, e molto suggeriti i talenti di leadership come caposquadra. Il “quasi” era relativo ad un problema di ordine temporale e di capacità necessarie dei personaggio.

SOLUZIONE 2: chiaramente è un compito gravoso da compiere in solitario. Bisogna ridurre le dimensioni del progetto e chiamare qualche assistente. Un “colosso” di tre metri sarebbe comunque molto pericoloso in battaglia, e con una decina di assistenti può essere costruito in “solo” tre-quattro mesi.

Commento: il progetto richiede molta competenza, che il personaggio potrebbe non possedere. In questo caso, una soluzione valida è ripiegare su una versione più “semplice” del progetto originale, in questo caso più piccola, che possa essere quindi costruita più facilmente e da meno persone, rendendo non assolutamente necessarie (anche se innegabilmente utili) le capacità organizzative di caposquadra del personaggio. Il “quasi” era relativo ad un problema di ordine temporale e di capacità necessarie dei personaggio.

 

Questi, solitamente, sono i problemi più frequenti.

Da una parte, il non considerare alcuni pezzi necessari per arrivare a costruire il nostro prodotto funzionante. E questo può cambiare più o meno pesantemente il nostro progetto. Per ritornare sull’esempio, per alcuni personaggi avere uno zaino fisso da dodici chili non sarà un problema, per altri si! Vi immaginate un LADRO che corre e salta sui tetti con una grossa gatling a canne multiple e dodici chili EXTRA al suo equipaggiamento standard sulla schiena? Anche no. Ma un cacciatore? Cavolo, si!

Dall’altra, l’insidioso problema temporale. Ho scelto volutamente un esempio estremo, ma il concetto può essere applicato a tutto. Ci sono poche cose più fastidiose che ultimare un progetto fighissimo e vedere che la costruzione sarà ultimata quattro mesi più tardi della data in cui l’oggetto servirà!

Possono poi ovviamente esserci, purtroppo, molti altri problemi, dai materiali al mantenimento degli oggetti, ma quelli dipendono molto sia dalla campagna / Master / gusti personali, che dall’oggetto in questione.

 

Esiste poi un interessante terzo filone di idee, che vediamo qui di seguito.

 

IDEA: voglio inventare un coltello volante a razzo radio-comandato senza fili con cui combattere.

PROBLEMA: di per sé, eccetto la grandissima difficoltà (soprattutto per la miniaturizzazione), questa idea non ha nessun problema. C’è solo una cosa da considerare: esiste un incantesimo (dal costo molto contenuto) che consente di fare la stessa cosa senza i razzi e mediamente molto meglio.

SOLUZIONE: la situazione è molto controversa. L’incantesimo in grado di “animare” le armi e farle combattere è relativamente economico, funziona immediatamente (pochi secondi di lancio dell’incantesimo, come normale), ha una durata discreta e potenziabile, e consente sia di controllare l’arma pedissequamente, sia di lasciarla “libera” di gestirsi la battaglia mentre noi ci dedichiamo ad altre azioni. Certo, in presenza di un campo anti-magia non funzionerebbe. Ma in una giornata piovosa anche i razzi potrebbero non accendersi o malfunzionare peggio del solito (perché comunque un oggetto tecnologico ha la possibilità di avere un malfunzionamento, anche inoffensivo, ma parlando di un oggetto volante a reazione la parola “inoffensivo” non mi sembra adeguata). E uno potrebbe giustamente chiedersi “cosa è più probabile, capitare in un campo anti-magia o che PIOVA?”. D’altro canto, uno potrebbe replicare che nonostante sia molto più probabile che piova, sono pochissime le difese create appositamente contro la tecnologia a razzo, mentre quelle verso la magia sono molto più diffuse. E si potrebbe andare avanti per ore.

Commento: ognuno deve decidere in base a quello che vuole fare. Magia, tecnologia o combinazioni?

 

In questo caso la questione ricade nel profondo dilemma “Magia o Tecnologia”? Entrambe le scelte sono valide, le combinazioni possono essere bellissime, scadenti o fantastiche. Parleremo dell’unione di magia e tecnologia in futuro. 😉

 

 

Quindi, adesso che abbiamo chiarito per bene cosa si intende con la frase “puoi inventare e costruire quasi tutto quello che vuoi” e aver fatto un po’ di esempi sul “come” si possa aggiustare/completare la propria idea iniziale, torniamo a parlare delle invenzioni in senso lato. O meglio, in senso “Gnomico” e “Goblin”. 😉

 

Nel mondo di Warcraft si è soliti distinguere due “filoni” di invenzioni, quelle Gnomiche e quelle Goblin.

clockwork_gnome.v6052Le invenzioni Gnomiche tendono ad essere polivalenti e di genere molto diverso tra loro, principalmente sono macchine in grado di fare azioni “particolari”, come fornire un ingrandimento visivo, volare, ingrandire il mondo circostante, grattarsi la chiappa destra, lanciare una rete, stirare e piegare le tuniche, comandare i golem, abbottonare e sbottonare i calzoni, generare campi di forza, eccetera, eccetera, eccetera… Sono invenzioni curiose, forse un po’ eccentriche, ma spesso sorprendenti. Tendono un po’ a rispecchiare gli autori del genere, gli gnomi, individui molto creativi e per nulla intimoriti all’idea di indossare in pubblico un abbottonacalzoni automatico. 

Le invenzioni Goblin, invece, sono specializzate negli esplosivi. Tanti, tanti esplosivi, e molto, molto potenti. Di loro stessi i goblin inventori dicono “Se la sopravvivenza è la tua prima priorità, non potrai mai essere un VERO INGEGNERE GOBLIN!”. I goblin amano le bombe e gli esplosivi, e le loro invenzioni rispecchiano questo tratto. Infatti sono quasi tutte bombe, o razzi, o lancia-bombe, o lancia-razzi, o qualcosa di riconducibile a questo.

world-of-warcraft-engineer_LOGOChiaramente la portata bellica della tecnologia goblin tende ad essere più marcata, soprattutto in termini offensivi, ma anche la tecnologia gnomica consente ottime opzioni da battaglia, in attacco e difesa. Di nuovo, la specializzazione non è obbligatoria, essendo queste delle linee di pensiero e studio diverse ma che possono benissimo essere percorse entrambe. Per avvicinarsi a questo tipo di costruzioni, comunque, è quasi obbligatorio o essere un inventore o avere biclassato in esso, perché semplicemente con abilità e talenti la maggior parte delle creazioni di questo tipo (che vanno oltre caldaie, flogisto e ingranaggi, pur continuando ad usarli in abbondanza) saranno fuori dalla vostra portata. Questo significa che i prodotti gnomici non funzioneranno, forse facendo qualcosa di strano… mentre quelli Goblin vi esploderanno in faccia. Con molti colori. E molto dolore. Quindi, attenzione!!

 

Concludendo, ricordiamo una famosa frase goblin usata solitamente quando membri di altre razze cercano di fare gli spacconi: “Ehi, dite quello che volete di noi Goblin, ma io ti dirò questo: ABBIAMO GLI ESPLOSIVI!”

 

Adorabili, piccoli goblin. ❤

 

Alla prossima!

Annunci

One thought on “World of Warcraft GDR: essere un inventore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...