Intervista ai personaggi XVIII

 

Nome?

Giuseppe Cortesi, della locanda “All’Ombra della Quercia” di Cortona.

Un Oste quindi?

Non proprio, diciamo che principalmente di occupo di contabilità e organizzazione.

Può spiegarci meglio?

La nuova insegna della Locanda
La nuova insegna della Locanda

Ma certo. La Locanda è una co-proprietà tra me e altri tre soci, e ognuno di noi partecipa al meglio delle sue possibilità. Thanor è il signore geloso e orgoglioso della cucina, Laren è il cervello privo di braccia e Nelium è il nostro backup vivente di qualsiasi cosa inerente alla locanda. Io invece mi occupo di contabilità e bilanci.

Mi scusi, ma credo che alcuni punti siano ancora oscuri, soprattutto riguardo agli altri soci.

Thanor è il nostro pacioccoso cuoco. E’ migliorato veramente moltissimo dai tempi dell’apertura. Inoltre adesso, rinnovata la cucina, riesce ad allargarsi ancora di più (non di pancia!) praticamente in qualsiasi ambito culinario. Ha anche quasi raggiunto le capacità da pasticcere di Nelium, che come ben sa chi ha assaggiato i nostri dolci, sono più che eccezionali! Laren è un ottimo compagno molto volenteroso, ma a parte il denaro in suo possesso con cui ha contribuito all’inizio, il suo apporto “fisico” alla locanda è attualmente nullo. Quando fa qualcosa, di solito ramazza. È bravo, niente da dire, ma non è esattamente la figura che uno si aspetterebbe da un socio fondatore. Comunque ultimamente si sta adoperando per studiare sulle conoscenze che ancora non possiede, e poter quindi migliorare la sua vena organizzativa. Il suo cervello è una fucina di idee, e il fatto che sia posseduto da un demone dell’avidità (in senso metaforico!!) contribuisce a non farlo fermare mai. Nelium, invece, ha una memoria spaventosa, ricorda e immagazzina tutto quello che vede, sente o percepisce. Estremamente utile in un’attività commerciale!

Sicuramente! Quali sono i tratti più peculiari della vostra locanda?

Abbiamo moltissime cose di cui andare orgogliosi. Innanzitutto siamo una locanda che si trova realmente “All’Ombra della Quercia”. Abbiamo ottenuto permessi speciali per piantare e far crescere in maniera accelerata (un mese circa) una quercia al fianco della nostra locanda, in maniera da essere alla sua ombra. La nostra struttura è solida, ampia e capiente. Abbiamo ben tre cuochi al lavoro nelle cucine, e tutti provenienti da culture diverse! Un nano, uno gnomo e un uomo natio di Cortona. Nonostante i nostri cuochi siano estremamente qualificati e capaci, i nostri prezzi non sono affatto diversi dalla media. La cucina, infatti, resta sicuramente il punto di forza di tutte le nostre strutture. Vi basti sapere che siamo noi a cucinare per la Compagnia Teatrale del Duca. E’ stato proprio grazie al lavoro con i Teatranti che ci siamo potuti espandere per la prima volta! Oltre alla pubblicità derivata dalla fama della “Bisbetica” (che sarebbe Nelium), i teatranti ci hanno anche richiesto attività di lavanderia. Adesso stiamo prendendo in consegna i capi, i costumi e tutti i tessuti della struttura del Teatro che possano aver bisogno di manutenzione e pulizia. Ritornando sul cibo, siamo anche la locanda della città con il maggior numero di clienti mezz’orchi, se non l’unico posto dove non solo si possano riunire ma anche trovare strutture e servizi adeguati: il nostro pasticcere Nelium ha creato una ricetta appositamente per loro, il “Pane Dolce” (non confondetelo con il pandolce), che ha ottenuto uno strabiliante successo. Inoltre, abbiamo tavoli il legno massiccio, con sedie e sgabelli robusti, a prova di fondoschiena “più che robusti” (come tipici dei mezzorchi).
Sicuramente un altro tratto molto peculiare è la fame (di Laren) di crescita. La staticità e la sicurezza lo fanno soffrire, secondo me. La sua ultima idea è stata quella di rilevare l’attività di un mago indipendente! Adesso “possediamo” anche un incantatore e la sua (mediocre) attività. Non lavora molto a causa del controllo della Gilda, ma è comunque un’attività conosciuta e perfettamente legale!

Niente male, davvero niente male! Sembrate possedere delle attività molto promettenti!

In realtà la maggior parte delle attività sono attualmente in perdita, ma i grossi guadagni che abbiamo tramite i lavori in locanda (che è sempre il centro della nostra attività) e la rendita dell’investimento effettuato insieme ad uno dei due mercanti più importanti della città (lo gnomo Vurg Petrella) ci consentono di avere degli ottimi margini di guadagno, e tutte le attività nel loro insieme contribuiscono al nostro nome. Inoltre, ad esempio riguardo alla lavanderia, sono già stati presi accordi per tentare di risollevare la situazione economica, vedremo se riusciranno o meno.

Siete in molti nella vostra attività?

Pochi sicuramente no. 😆 Siamo quattro soci fondatori e proprietari, poi abbiamo otto artigiani dipendenti dalle varie mansioni in base alla struttura e al loro ruolo, e diamo lavoro anche ad una ventina di garzoni e apprendisti per faccende minori o di poco conto ma per cui comunque servono manovalanza e olio di gomito. Siamo più di trenta, in totale.

Una cifra impressionante!

Vero, ma conti alla mano se l’affare delle forniture alla guarnigione (una scommessa che abbiamo in corso) dovesse andare in porto allora serviranno altre persone, forse anche addirittura altre sei o sette, in base ai dettagli che purtroppo non sono ancora definiti. Abbiamo pochi giorni prima che inizi la scommessa, ci daremo da fare!

E’ vero che lei è l’unico intestatario reale delle vostre attività?

No, affatto. Siamo quattro proprietari, e ognuno di noi “possiede” una parte uguale della società.

Eppure girano voci in questo senso…

Le voci sono errate. Quello che è vero è che essendo tutti soci tra di noi, nel caso qualcuno di noi “sparisse” chiaramente le sue quote andrebbero ai rimanenti. La questione è sorta da subito, dato che i miei compagni volevano una “base” solida come appoggio per alcuni loro viaggi, forse attraverso la Landa dei Non-morti. Chiaramente, se da uno di questi viaggi (La Carità non voglia!!) non dovessero più tornare, io resterei l’intestatario di tutta la nostra piccola “società”. La differenza tra me e gli altri soci è che io non desidero una vita avventurosa, quindi non sento il minimo stimolo a partire da Cortona, soprattutto dato che qui sono presenti tutte le mie attività e i miei lavori.

La sua attività è importante per lei?

Assolutamente si.

Attuerebbe alcune modifiche alla situazione attuale della vostra società?

Ah guardi, di quello si occupa Laren, è lui il nostro uomo per quanto riguarda gli investimenti. Certo, fosse per lui dovremmo re-investire ogni singola moneta di rame guadagnata, ma a sua difesa bisogna dire che ogni suo piano, fino ad ora, si è sviluppato molto bene. Magari non tutto come voleva lui (ad esempio gli stipendi dei dipendenti) ma comunque bene.

Ma lei non ha idee in proposito?

In realtà si, ma non idee di crescita. Una delle proposte che volevo fare era di aumentare in generale la paga dei nostri artigiani e dipendenti del 15-20%, e mi rendo conto che questo ridurrebbe i nostri guadagni in quanto proprietari, ma lo reputo comunque un buon “investimento”. Sono più che soddisfatto di tutte le persone che lavorano per noi, e secondo me quelle 1200 monete di guadagno mensile in meno (il totale degli aumenti ai singoli) sarebbero più che accettabili considerando che renderemmo sicuramente più felici tutte le persone che lavorano per noi! Certo vedere la faccia di Laren quando proporrò questi aumenti sarà impagabile. 😆

Decisioni del genere come vengono prese, visto che siete in quattro?

Di solito ne discutiamo finché non si ottiene una decisione comune a tutti e quattro. Nei rari casi in cui questo non sia possibile allora votiamo, sempre dopo aver precisato che la ciccia di Thanor, benché lui ne dica, non può votare insieme a noi.

Il vostro nano vuole far votare la sua PANCIA?

Esatto. Ma cosa vuole farci, è un nano. Insomma, mi sarei quasi stupito del contrario! 😉

Si, forse ha ragione. Grazie per l’intervista.

A voi, e a presto!

 

 

Annunci

2 pensieri su “Intervista ai personaggi XVIII

  1. E’ solo grazie alla mia ciccia se la sfiga non ci ha distrutto Giuseppe! Dovrebbe avere il diritto di votare come tutti noi… mah…. XD
    -Thanor

    1. E i miei occhiali allora? E’ grazie a loro che possiamo tenere i conti! Facciamo votare anche loro? In tal caso, allora potrei concedere un voto alla tua ciccia. 😆
      – Giuseppe

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...