ARENE 2.0

 

gladiatore
Arene – sangue, violenza e comicità

Ho già parlato più volte delle cosiddette “arene”, ma oggi mi propongo di rivedere il concetto che avevo già esposto (a proposito delle arene) dal punto di vista di diversi manuali e giochi di ruolo. La considerazione dei pregi e difetti di ciascun sistema può diventare molto personale in base a conoscenze e preferenze, io ho cercato di esprimerle pensando all’idea “generale” di Arena.

 

Se avete già letto i miei passati articoli probabilmente ricorderete cosa sia per me un’Arena, ma nel caso siate dei frequentatori più recenti di queste pagine, cercherò di riepilogare l’argomento senza dilungarmi troppo (ovviamente, invece, mi dilungherò 😆 come sempre).

 

Un’Arena è uno spazio opportunamente circoscritto e destinato a spettacoli di morte. Non c’è spazio per moralità, interpretazione, equità e onestà. Persino la collaborazione tra personaggi è limitata alle specifiche gare a squadre, e solo in necessità alla vittoria. Questo perché nell’arena i vincitori vincono, e i perdenti muoiono. Non esistono altre regole, non esistono altre considerazioni. Non esistono leggi né regole morali, chiunque si trovi in uno scontro sa che se vuole sopravvivere deve uccidere il suo avversario, con qualsiasi mezzo. Non esiste equità e giustizia, un giovane e prestante combattente potrebbe avere come avversario tanto un suo pari quanto uno dei rarissimi esemplari di goblin studioso anziano. O magari una famiglia di quattro minotauri di tre metri e 850 kg l’uno. Il pubblico dell’arena apprezzerà qualsiasi cosa faccia scorrere del sangue, in qualsiasi direzione.

 

Parlando a proposito di regole, un’Arena (almeno quella che vi propone il sottoscritto) è uno scontro di personaggi (usualmente con regole semplificate) in uno spazio delimitato neutro o ostacolante/favorente alcune specifiche combinazioni. I personaggi con cui partecipare devono essere pronti in meno di 2 minuti, e l’intero scontro non deve durare più di un quarto d’ora. Se in un’ora di tempo riuscite a fare 4-5 arene, significa che lo state facendo giusto. 😉

A mio parere, il punto più importante di un’Arena è la regola seguente: Personaggi, arene ed eventuali squadre dovrebbero essere sempre generati completamente a caso.

Lasciando la creazione di personaggi libera, lo scontro diventerebbe “serio”, tutti i personaggi sarebbero inevitabilmente combattenti, sarebbero creati pensando ai combattimenti, e via dicendo. Non dico che non sia possibile farlo, ma non è l’Arena di cui parlo io. L’Arena non è uno scontro “serio”, né onesto, né leale. È uno scontro crudele, selvaggio, sanguinante, dove nella stra-grande maggioranza dei casi il più forte spiaccicherà i più deboli, oppure sarà spiaccicato da una coalizone temporanea dei deboli che poi si uccideranno a vicenda. La generazione completamente casuale è fondamentale per due motivi.
Il primo è la componente comica , che consente scontri come “Gnomo barbaro berserk Vs Minotauro mago”, dove il minotauro fa più danni con un pugno che con un incantesimo, e dove lo gnomo palestrato (???) deve schivare quei pugni, se non vuole restarci sotto per sempre.
Il secondo motivo è che generale tutto casualmente aiuta a mantenere un certo “distacco” dall’Arena, e a prenderla esattamente per quello che è: un breve interludio a carattere combattivo-comico, nulla di più.

L’Arena che vi propongo non è gioco di ruolo, anche se ne usa le regole. Anzi, oserei dire che è letteralmente la morte del Gioco di Ruolo. Però può far fare molte risate. In due-tre ore di tempo potreste fare una one-shot, e quindi giocare di ruolo. Benissimo, lo farei anche io! Ma in un quarto d’ora? Potete giocare di ruolo in un singolo quarto d’ora? O senza tutti i giocatori presenti? Se sono tutti d’accordo, allora si, e fatelo! Ma se alcuni si lamentassero per il poco tempo disponibile, allora perché non fare un’Arena? 😉 E’ solo una battaglia di un quarto d’ora, ma è divertente. Ed è quello ad essere importante.

 

Caratteristiche dell’Arena

–          Generazione casuale di tutti i parametri “utili” dei personaggi, e cancellazione di quelli inutili.

–          Generazione personaggi in meno di 2 minuti.

–          Conclusione di uno scontro in meno di 15 minuti.

–          Alto tasso di comicità e divertimento.

 

 

GURPS Arena

La prima Arena che preparai. Una volta preparate le tabelle di razze, statistiche,“classi” (alias modificatori alle statistiche e abilità conosciute) e arene, consente creazione di personaggi molto veloci e soprattutto molto realisticamente mortali. Sacrificando un po’ la fase preparatoria (allungandone il tempo) è possibile aggiungere anche vantaggi-svantaggi che si aggiungano bene al combattimento, come Pelle Dura o Fobia per le armi da taglio. L’unico rischio è quello di “saturare” troppo i personaggi creati, ma chiaramente dipende molto dai gusti personali.

 

Warhammer Fantasy GDR Arena

Il sistema di generazione casuale, essendo già pronto e proposto dal gioco anche per le avventure e campagne, è semplicemente fantastico. Nobili aristocratici possono affrontare soldati in armature pesanti o sporchi acchiapatopi di fogna, mentre i villici possono finalmente avere un’occasione di riscatto contro gli agenti delle tasse o i loro proprietari terrieri. Ancora meglio nelle Arene a squadre, dove il nobile aristocratico di prima potrebbe avere come alleato un lercio acchiappatopi tanto quanto un cavaliere. Ma la statistica ci dice che l’acchiappatopi è molto più probabile. 😉 ottima anche la mortalità del sistema nelle battaglie, perfettamente coerente con l’idea dell’Arena!

 

D&D (3.5 o 4th) Arena

Molto bene e molto male, contemporaneamente. Molto bene perché entrambi i sistemi (ma soprattutto la 4th) consentono di combattere estremamente bene sulle mappe, di qualunque foggia e dimensione. Non che con gli altri sistemi non si riesca, beninteso, ma a mio parere D&D resta il caposaldo per quanto riguarda i combattimenti su mappa. Molto male perché il lato “surreale” e comico che si riesce a creare con altri sistemi qui è totalmente assente, soprattutto nella 4th, dove i personaggi sono quasi inevitabilmente delle macchine per uccidere. Detto questo, se interessasse stravolgere un po’ alcune componenti dell’arena per creare qualcosa di un po’ più lungo e più stimolante da un punto di vista strategico, allora gli scontri su mappa di D&D sono la risposta giusta. Per un’Arena vera e propria, purtroppo, no.

 

Sine Requie Arena

L’uso di Sine Requie aggiunge un po’ di terrore alle arene sabbiose tradizionali, perché ogni sconfitto si rialzerà da li a breve affamato della carne del vincitore. Ho già parlato della Lotta Sovietica e delle Gare dei Gladiatori nei Pozzi del SOVIET, ma non sto parlando di quelle occasioni. Anche qui, previa un’aggiunta di tabelle artigianali per la creazione casuale e rapida dei personaggi, le sfide possono essere molto interessanti. Avere un personaggio debole e sfigato significa morire in maniera cruenta nella stra-grande maggioranza delle arene… Ma dopo vi risveglierete. E sarete sempre deboli e sfigati? ESISTE qualche PAZZO che può definire debole e sfigato un Ferox… o peggio?

 

 

 

Questi sono dei commenti e delle valutazioni sulle esperienze che ho avuto giocando delle Arene. Poi chissà, magari si aggiungeranno ancora altre opzioni… Tipo un’arena combattuta con un sistema di narrazione. Ecco, li avrò proprio toccato il fondo. E uso il futuro semplice, perché so che succederà. Prima o poi succederà. E quando succederà, qualcuno potrebbe venire a ripescarmi, per favore? 😆

 

A presto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...