World of Warcraft GDR: Cho’gall e il Twilight’s Hammer Clan

 

E’ difficile decidere quanto spazio dedicare a questo particolare “individuo”. O individui. Insomma, per prima cosa cerchiamo di farci un’idea generale della figura. Prendiamo in prestito le parole scritte da un famoso nano esploratore proprio per introdurci questo peculiare e terrificante personaggio.

 

Cho’gall

Cho'gall,  il primo Ogre-Mago
Cho’gall,
il primo Ogre-Mago

HeroChogallWC2Initiate of the fifth circle of the Shadow Council and Chieftain of the Twilight’s Hammer Clan, Cho’gall is one of the grimmest and most respected leaders within the Horde. Cho’gall was the first of the Ogre-Magi, having tutored himself in magic before the Horde’s passing into Azeroth. Cho’gall has a special loyalty to Gul’dan who helped the struggling yet determined ogre to master the arcane energies of the Twisting Nether. Cho’gall is a firm believer in his clan’s sacred mission to bring oblivion to all peoples of the far-realms.

 

Questa nota introduttiva è parzialmente datata. Infatti, nonostante Cho’gall fosse un importantissimo esponente dell’Orda ai tempi della Seconda Guerra (il Capoguerra dell’epoca era l’orco Orgrim Doomhammer), né Cho’gall né il suo Clan (il Twilight’s Hammer) sono attualmente parte dell’Orda. Inoltre la parte riferita a Gul’dan, essendo egli morto da diverso tempo, è chiaramente da interpretare. Non sono poche, infatti, le storie riguardanti alla reazione del primo degli Ogre-Magi alla morte del primo (e probabilmente il più potente) degli stregoni dell’Orda. Alcuni dicono che la morte dello stregone cancellò ogni (scarso) istinto di razionalità di Cho’gall, portandolo definitivamente alla ricerca dell’incondizionata distruzione del mondo. Altri dissero semplicemente che una delle due teste ruttò, che l’altra si offese, e che per quasi un mese non fecero altro che litigare. Insomma, non è facile mettere d’accordo le varie voci, ma è chiaro che questa creatura è sempre stata molto più legata a Gul’dan e al suo Clan piuttosto che all’Orda.

Questo è osservabile anche da un altro testo, di un archivista umano di Lordaeron (chiaramente redatto prima dell’arrivo del Flagello) che così descriveva il clan dell’Ogre-Mago.

 

Twilight’s Hammer Clan 

Twilight's Hammer Clan
Twilight’s Hammer Clan

Leader:              Cho’gall the Ogre Mage 
Nation Color:    Violet
Domain:             Northshire, Azeroth
Background:     Obsessed with the notion that the Horde is the harbinger of apocalyptic doom to all the lands that it ravages, the Twilight’s Hammer feels a sacrosanct gratification in the destruction of all that it encounters. Led by the cunning Ogre Mage Cho’gall, the Twilight’s Hammer clan has strong ties to Gul’dan and the Stormreaver clan. It’s loyalty to the Horde is not as strong as its belief in its sacred mission of oblivion.

 

Re Terenas, sovrano di Lordaeron (luogo di origine della pergamena citata), nonostante abbia partecipato in maniera molto meno presente del Reggente Lothar di Azeroth alla Seconda Guerra contro l’Orda, aveva già intuito dello scarso grado di fedeltà di questo Clan. E diciamolo, se lo avevano capito persino gli uomini di Lordaeron… Non voglio affossare quel grandissimo Regno, pieno di meriti e di riconoscimenti (quando ancora esisteva), dico semplicemente che gli uomini di Lordaeron non erano tra gli uomini da cui ci si sarebbero aspettate relazioni sui Clan Orchi. Da Dalaran, forse, ma da Lordaeron…

 

La parte più interessante, comunque, la troviamo adesso.

 

Gli anni passarono. Come tutti sappiamo bene, Lorderon è caduto da diverso tempo, e al suo posto è sorto il Regno dei Reietti, sotto il comando di Lady Sylvanas, l’Oscura Signora. Sappiamo anche bene quanto l’origine tanto dei Reietti quanto del flagello e dei non-morti siano strettamente collegati con le forze demoniache della legione infuocata.

Siamo sicuri che nel cuore del crollato regno di Lorderon, nelle ormai morte e putrefatte radure di Tirisfal, dominio indiscusso dei non-morti, non ci sia rimasto nient’altro che non-morti e sparuti esterni di poco conto? Davvero sicuri?

Nemmeno se alcuni reietti iniziano a “perdere” la loro libertà a causa del flagello… O di qualcos’altro?

 

Ma la vera domanda è: come vedreste in questa situazione un guerriero non-morto, una sacerdotessa non-morta, un’esploratrice elfa del sangue e un troll … troll?

 

Si accettano scommesse. 😉

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...