World of Warcraft GDR: Le radure di Tirisfal

 

wowGDRLe Deathguard di Brill lottano per impedire la diffusione di voci preoccupanti: alcuni reietti, inspiegabilmente, hanno iniziato a ribellarsi all’autorità degli Esecutori dell’Oscura Signora. Nello specifico, l’esecutore Arren di Deathknell è stato attaccato per ben due volte da pattuglie di altri reietti che sembravano aver perso la loro autocoscienza. Si sospetta la presenza di culti considerati lontani da quelle terre, qualcosa in grado di influenzare lo stato mentale dei Reietti, liberi dagli influssi del Flagello. Urge quindi, per ridurre i rischi, che qualcuno di vivo affianchi i reietti nelle indagini su questo caso…

 

Arthorias, deathguar di Brill

Non ho voglia di pensare, mi basta combattere. E poi non posso pensare, sono senza il lato della testa che mi aiutava a pensare. Si, lo stesso lato di testa che mi impedisce di concentrarmi. Si, lo stesso che mi impedisce di fare qualunque cosa non mi piaccia. Che sfortuna aver perso un pezzo di testa, vero?

Ruolo nel gruppo: combattente lamentoso.

Frasi tipiche:

–          CARICA!

–          Non posso pensare, sono senza mezza testa.

 

Sibilla, sacerdotessa e apprendista alchimista di Brill

Adesso ho capito come mai nessuno vuole studiare alchimia, gli apotecari non ci insegnano niente, ci mandano solo a fare missioni ripetitive o noiose! Vero è che non abbiamo fretta di imparare le cose, abbiamo tutto il tempo…

Ruolo nel gruppo: guaritrice minacciosa

Frasi tipiche:

–          I vivi si curano con l’energia positiva o negativa?

–          Mi sono DI NUOVO dimenticata l’Inner Fire! (fuoco interiore, n.d.r.)

 

Hela, elfa del sangue esploratrice

Ma dove sono finita? Il sole non si vede, la luna non si vede, tutti non si fermano mai (sono morti, bella forza!), non si capisce come scorra il tempo, e l’unica locanda per i vivi si chiama “Pendaglio da Forca”? Però… Pensandoci bene, non è così male. Almeno i reietti mi trattano bene. Mi hanno anche fatto un regalo… Mi sa che mi sento più a casa qui che a Silvermoon.

Ruolo nel gruppo: cecchina paranoica

Frasi tipiche:

–          Percepire intenzioni! ANCORA UNA VOLTA!! Posso tirare di nuovo???

–          Ho perso il ciclo giorno-notte! Ci ho messo una vita a capire come andava!

 

Mig-So-Gal, troll … troll

Cia’, mig-so-chiamo Mig-So-Gal, viola e azzurro troll! Mig-so-troll che trolla, ma elfa trollami mig. Mig-so-vuole-banga banga bella elfa, mig-so-pitone e mig-so-arf arf arf, ma elfa trolla me troll. Mig-so-infelice. Mig-so-troll trollato. Mig-so-pensa no giusto. Mig-so-no rigenera cuore spezzato. Mig-so-sigh sigh.

Ruolo nel gruppo: … ottima domanda

Frasi tipiche:

–          Mig-so-troll che trolla!

–          Mig-so-pensa tu vuole vedere pitone?

 

Dan Keran, elfo del sangue warlock

Che posto bizzarro… No, Zan, stai buono. Lo sai cosa fanno i bravi Imp, vero? Obbediscono al padrone. Ecco, bravo, non bruciare le chiappe del troll. Si, nemmeno io lo sopporto, ma cosa vuoi farci, questi reietti se lo portano sempre dietro… Ma intanto pensiamo a noi. Potremmo trovare qualcosa di interessante.

Ruolo nel gruppo: evocatore infernale

Frasi tipiche:

–          Gli evoco degli Imp addosso, e poi GLOBO DI ANNIENTAMENTO INFERNALE!

–          Non sono una femmina, sono un elfo maschio! MASCHIO!

 

 

 

 

Twilight's Hammer Clan
Twilight’s Hammer Clan

Si sospetta che alcuni membri del Twilight’s Hammer Clan siano attualmente nascosti vicino a Deathknell, e che siano riusciti a prendere temporaneamente il controllo di alcuni Reietti, privandoli della loro coscienza e scagliandoli come burattini contro l’esecutore Arren. Hela (esploratrice di Silvermoon) e Mig-so-gal (troll cacciato da Silvermoon) raggiungono Brill e, fatta la conoscenza di Sibilla (sacerdotessa apprendista apotecaria) e Arthorias (deathguard), si preparano ad indagare.

Il contatto con Brill (città di migliaia di Reietti) fu abbastanza tranquillo per i due vivi appena arrivati, anche se chiaramente per palesi motivi la sensazione era quella di essere “strani” rispetto alla normalità, cioè la non-morte. Gli abitanti furono comunque ospitali, alcuni fin troppo (come il Magistrato Sevren e la sua assurda mania di fare battutine) mentre alcuni altri decisamente meno. Approfittando dell’imminente partenza del gruppo, molti chiesero una mano per diversi compiti (ma mai al troll) o per alcune situazioni difficili, come gli Gnoll vicino al villaggio, la ricerca di erbe rare, il massacro di quei fastidiosi umani della Crociata Scarlatta… Insomma, questi Reietti non sembravano farsi pregare per chiedere aiuto.

Purtroppo la missione principale aveva comunque la priorità, e così il gruppo si incamminò verso Deatknell senza gravarsi di eccessivi altri impegni che li avrebbero allontanati dal compito primario per cui erano stati riuniti.

 

Il viaggiò si concluse due giorni dopo (ah, la lentezza dei vivi!) senza difficoltà degne di nota. L’esecutore Arren si dimostrò un po’ reticente verso l’elfa e il troll (soprattutto verso il troll), ma alla fine collaborò con tutti.

Gli indizi raccolti dall’inizio della loro missione portavano alle vecchie miniere abbandonate e infestate dai ragni. Prima di addentrarvisi, però, il gruppo crebbe di un nuovo elemento: il warlock elfo del sangue Dan Keran. Tutto sommato la sua conoscenza dei demoni poteva essere utile per combattere dei membri del Twilight’s Hammer Clan.

 

Superati i primi cunicoli della miniera e le (inaspettatamente poche) bestie che vi dimoravano, il fondo della miniera si scoprì nascondere un passaggio segreto per una piccola “base” sotterranea. Ma qui iniziarono i problemi, perché il gruppo non trovò dei membri del Twilight’s Hammer Clan come si aspettava, bensì uomini della Crociata Scarlatta! Superata la sorpresa (e ammazzati selvaggiamente i crociati) il gruppo si rese conto che essi dovevano essere li da poco tempo prima di loro. Potevano essere arrivati al massimo da poche ore (e questo giustificava le miniere particolarmente prive di bestie furenti con gli intrusi). Addentrandosi ulteriormente, il gruppo si trovò di fronte ad uno scontro tra due forze tra loro nemiche, ma ugualmente pericolose anche per loro.

Crociata Scarlatta - Paladino
Crociata Scarlatta – Paladino

Un Paladino della Crociata Scarlatta, invocando la Luce Sacra, combatteva nelle profondità della miniera contro un Ogre-Mago a due teste. E il gruppo aveva appena fatto irruzione nella sala in cui i due combattenti si stavano scontrando.

Per qualche secondo non accadde nulla, ogni forza stava cercando di valutare gli avversari e nello stesso tempo di riprendere fiato (morti a parte, chiaramente).

Poi Hela decise che si era aspettato troppo, e tirò una freccia all’Ogre-Mago.

La battaglia esplose di nuovo, e tra potenti incantesimi di gelo e fuoco, evocazioni di demoni, colpi sacri e mazzate sul cranio come se piovesse, fu veramente per il rotto della cuffia (e solo grazie alla presenza di Sibilla e delle sue ottime capacità curative) che tutti i membri del gruppo riuscirono a vedere la fine della battaglia.

Ogre-Mago
Ogre-Mago

Feriti e sanguinanti (ma carichi degli oggetti posseduti dai loro avversari) i cinque compagni uscirono dalla miniera, portando liete notizie e finalmente la possibilità di far rientrare tutto, con i suoi tempi, nella normalità.

 

 

Sia l’Esecutore che il Magistrato si complimentarono con il gruppo per il lavoro compiuto, anche se tutti furono d’accordo nell’affermare che restavano ancora diversi punti incompiuti.

–          Come mai la Crociata Scarlatta si era recata così in profondità nelle miniere?

–          L’Ogre-mago era realmente da solo, o qualcun altro lo aveva aiutato a sistemarsi così bene e al sicuro?

–          Dati alla mano, gli uomini della Crociata Scarlatta si stavano comportando bene. Troppo bene. Solitamente non mostravano tali capacità di azione e organizzazione. Che la loro presenza nelle Redure di Tirisfal sia stata sottovalutata?

 

Un giorno sicuramente scopriremo anche questo.

Ma per adesso,
un saluto a tutti,
e grazie della partita. 😉

 

 

Artù,

alias Mig-so-gal.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...