GURPS, “All’Ombra della Quercia” e la prima grande festa (marzo 1228)

"All'Ombra della Quercia"
“All’Ombra della Quercia”

 

Cortona, marzo 1228

Per festeggiare il primo anno di attività, di successi e grande espansione, i soci della locanda “All’Ombra della Quercia” organizzano una grande festa per tutti e soli i loro dipendenti, completamente a loro spese, con i migliori cibi e bevande che la loro stessa cucina può offrire.

 

 

 

Due donne e una mezz’elfa si stanno allontanando dalla grande sala della locanda “all’Ombra della Quercia”, che era stata a adibita in quella serata ritrovo per due uniche grandi tavolate dove tutti i dipendenti della locanda e delle altre attività erano stati invitati a partecipare ad una grande festa, completamente offerta da i quattro soci. Le due donne umane, Monica e “La Guercia”, e la mezz’elfa, Leaf, sono dipendenti stipendiate della locanda e della lavanderia di recente istituzione. Monica è a capo della lavanderia e del servizio di pulizie, Leaf è la caposala della locanda, mentre la Guercia è una intelligente … “collaboratrice” della nostra locanda, anche se lavora altrove. La chiamano così da quando ha cavato un occhio con le mani ad un suo cliente che si era spinto troppo oltre. Una donna decisamente graziosa.

La festa è stata imponente (nello stile di Laren, il socio fondatore che organizza questi eventi), dotata di cibi sia particolarmente elaborati e pesanti (nello stile di Thanor, che di pesantezza ne ha da vendere) che delicati e frizzanti (nello stile del “pasticcere” Nelium). Giuseppe ha effettivamente contribuito poco alla serata, ma è stato al centro dell’attenzione per quanto riguarda le disposizioni lungo la tavola, un dettaglio su cui torneremo con molta precisione più avanti.

 

Il fatto che con più probabilità ha accomunato le tre signorine all’uscita dalla locanda è stato il loro essere le uniche tre donne presenti alla festa (ad eccezione di alcune ragazze che lavorano occasionalmente come aiutosala o cameriere). Dei cinquantacinque dipendenti presenti alla festa, solo tre donne… la disposizione ai tavoli è stata un incubo logistico. E le tre signorine, ma Leaf in particolare, sono state al centro di molte attenzioni.

 

medieval_tavernL’idea della festa è stata più o meno generale e totalmente condivisa, ma grossa parte del merito va a Laren per l’organizzazione. Certo, una volta organizzata la cosa e preparata la disposizione dei tavoli il nostro bel necromante è tornato nel suo stanzino a fare esperimenti magici, e sono stati Nelium e Thanor a fare il lavoro “di fatica” a cucinare e preparare per sessanta persone. Ma quelli sono dettagli per il nostro necromante sperimentatore, giusto? 😆 A dover di cronaca, Giuseppe ha fatto ancora meno. A parte aiutare la bisbetica a fare due conti sulle spese per la serata e stemperare un po’ l’irruenza di Laren (un compito comunque condiviso), il ruolo di Giuseppe è stato poco più che quello di sedersi e mangiare. Forse anche per questo “La Sala” lo ha punito con voci, chiacchiere, sussurri e risatine. 😉

 

Ma vediamo un po’ nei dettagli di questa tanto famosa disposizione così ampiamente citata!

 

La disposizione era costruita su diversi tavoli uniti in un ferro di cavallo. Dal lato esterno centrale erano disposti i quattro soci fondatori, Giuseppe, Nelium, Laren e Thanor. Vicino a Giuseppe sedevano la Guercia (già conosciuta) e Daddy D, il nostro capo dei servizi segreti. Vicino a Thanor sedevano Albert (il nostro cuoco più anziano), e Fritzgerard (gnomo cuoco all’epoca di relativamente recente contratto).
Di fronte a loro i sei membri della pattuglia cittadina “a doppio incarico” (sicurezza in città e sicurezza della locanda) insieme a Johan, il loro capo-pattuglia. Che porta-sfiga quel Johan, ragazzi! Passa lui e si toccano persino gli animali!
Dal lato sinistro del ferro di cavallo sedevano i contabili, il giovane Bell e il signor Bachelli, amorevolmente intrattenuti dalla signorina Monica. Insieme a loro vi erano anche il mago Berettini e il suo apprendista Elia, vicino a Giovanni (l’apprendista cuoco di Thanor e Nelium) e Bert (ex-spazzacamino).
Dal lato destro della tavolata sedevano Viktor e Leopold, due acquisti della sicurezza diametralmente opposti (un esploratore furtivo il primo, un colosso di due metri e dieci con l’animo di un bambino il secondo). Insieme a loro Leaf, Dante (la nostra guardia del corpo personale) e tre posti vuoti. Il mitico trio, infatti, non era riuscito a presentarsi (Daddy D si è scusato per loro).

 

ciboLa serata è stata indubbiamente densa di eventi, cibo, chiacchiere, cibo, bevande, cibo, compagnia e cibo. Si è capito che c’era abbondanza di cibo? Oltre al mangiare, comunque, molte altre cose hanno attirato l’attenzione momento per momento. C’è stato un discorso di Laren, c’è stata la torta, è stato fatto un brindisi, applausi su applausi, anche scherzi e risate tra tutti i dipendenti, con la compagnia di tutti i servi e i garzoni! Anche loro infatti parteciparono in maniera uguale alla festa, nessuno dei dipendenti è stato escluso! Ci sono stati anche momenti commoventi, come quando il mezzorco della pattuglia ha abbracciato Nelium chiamandola “mamma”! Che scena toccante!

 

Ma allora, alla fine, perché così tanti discorsi riguardanti le signorine?

In primis, perché Monica (una ciattella che la metà basterebbe) ha iniziato a parlare di come la Guercia e Giuseppe sedessero vicini, così vicini, così carini… Qualcuno la ha anche chiamata “Signora Cortesi”. Leaf, quando non rideva, civettava circondata da “aitanti” maschi in competizione (Dante e Vicktor finirono quasi ai ferri corti, Joahn cambiò lato del tavolo pur di provarci). Il tutto mentre Leopold, candido come un neonato, continuava a mangiare imperterrito.

In secundis, pare che a qualcuno di loro sia andata molto bene.

Vedete, pare che un certo membro della sicurezza stesse corteggiando già da tempo una delle tre signorine… Insomma, corteggiando forse non è la parola più adatta. Diciamo che per un po’ di tempo si sono divertiti. Non se la sono spassata alla grande, il lavoro è pur sempre lavoro, ma una volta ogni tanto… E sono persino tutt’ora in ottimi rapporti! Anche se forse forse, quel certo altro membro della sicurezza… Un altro mezz’elfo… Molto abile negli spostamenti e nel mimetismo rurale… Forse lui… Durante la festa…

Naaaaa, figuriamoci. Troppo timido. 😉

Capite di cosa stavano parlando le tre signorine, maestre di ciattelleria e pettegolezzo assortito? “A qualcuno è andata bene…”, direbbero alcuni. 😉 Ma per tutti i sostenitori del secondo membro della sicurezza, non preoccupatevi.

Ho come il sentore che l’anno dopo le cose siano andate in maniera… Diciamo leggermente diversa? 😆

 

 

 

 

Annunci

2 pensieri su “GURPS, “All’Ombra della Quercia” e la prima grande festa (marzo 1228)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...