Sine Requie – Soviet: “Celo-celo-manca”, cosa non può mancare ai devoti figli di Z.A.R.

 

Nota: nel Soviet non esiste denaro. Nel Soviet non esistono i concetti falsi di famiglia, proprietà privata o religione. Nel Soviet esiste solamente lavoro, la volontà di Z.A.R. e dei suoi delegati, la divisione in Classi e l’uguaglianza interna alle classi, e ancora il lavoro.

 

Sine_requie_SovietNel Soviet i giocatori si troveranno ad affrontare delle difficoltà davvero enormi. Ambientazione cupa e claustrofobica, ogni personaggio (esclusi i Ribelli) è rinchiuso in giornate sempre uguali dalla stessa identica monotona routine, riscaldato dal calore delle caldaie, illuminato dalle luci al neon e respirando aria rigenerata dall’inconfondibile odore stantio nonostante sia appena uscita dalle bocche di aereazione.

Nella stragrande maggioranza dei casi ogni personaggio avrà un UNICO equipaggiamento.

 

Tuta da lavoro
Una semplice tuta da lavoro blu

 

Possono (e notate bene, possono! Non è detto che succeda) fare eccezione personaggi altamente istruiti con qualche deficit visivo, ai quali sono consentiti un paio di occhiali. Ma solo se le loro capacità sono davvero utili, in altri casi anche se TEORICAMENTE dovrebbe essere possibile a tutti avere degli occhiali, è molto difficile che una correzione visiva accurata sia a disposizione. Ma potrebbe esserlo.

Comunque, è tutto qui. Non esiste altro equipaggiamento possibile.

 

 

Il discorso per l’equipaggiamento nel Soviet è analogo a quello per le Terre Perdute, ma di portata ancora più grande. Un singolo cacciavite rubato e trattenuto come “personale” (violando quindi le leggi del Comunismo e di Z.A.R.) può fare davvero la differenza in questo inferno di metallo, così come un goccio di liquore sintetico (il “Vodzene”), una sigaretta, un vecchio rublo o piccoli oggetti di questo genere.

Gli oggetti si possono banalmente distinguere in “trasportabili perché occultabili” e in “non trasportabili perché non occultabili”. Gli NKVD effettuano controlli e perquisizioni di routine come prevede il protocollo? Allora anche un singolo rublo può portare a guai seri. I controlli sono più unici che rari? Una lametta da barba in tasca potrebbe essere un azzardo utile, anche se molto rischioso.

Chiaramente anche gli stessi mezzi con cui ci si vorrà procurare qualcosa di assimilabile equipaggiamento avranno ampio spazio nella partita, perché spesso non saranno facili né da attuare (scippare un cacciavite sotto una telecamera?) né da mantenere (quanti cacciaviti devono misteriosamente sparire prima che i soldati inizino a spaccare culi? siamo sicuri che già dal primo non succeda?).

Procurarsi dell’equipaggiamento non è affatto facile, e in questa particolare ambientazione tutto o quasi ricade direttamente nel gioco. E’ difficile che il Cartomante (alias Master) conceda chiavi inglesi già occultate e rimpiazzate senza problemi di soldati o Z.A.R., molto più realistico il caso in cui in personaggio debba decidere come, dove e quando “procurarsi” il suo equipaggiamento, cercando di evitare le conseguenze negative.

La decisione finale dipende molto sia dal tipo di settore in cui il personaggio lavora, sia dal tipo di sorveglianza che è attuata, e anche molto ovviamente al personaggio. Quanto è risposto a rischiare per arrivare a “possedere” qualcosa? Fino a quanto egli crede a quello che dice Z.A.R. per il bene dei suoi figli?

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...