D&D Random: Orazione – La guida del Gruppo

 

neutral neutral elf paladinDa tempo ormai ho capito la futilità della missione di Heironeous, e voi che mi avete seguito fino a qui lo sapete. Non condivido la moralità, non condivido il rigore, ma credo in molte altre cose. Fratellanza, amicizia, libertà, onore, salvezza. Tutto questo è alla nostra portata, semplicemente ad un breve viaggio da qui! Molti non ci comprenderanno, voi stessi siete titubanti, ma vi posso garantire che quella è la nostra strada. Non ve lo conferma un codice o un valore astratto, meno che mai uno stupido Dio, ma io, un vostro compagno che crede concretamente in parte di quegli stessi valori che quello stupido codice ha reso così astratti, vuoti e sconnessi da ciò che è il nostro mondo! Io sono io, e lo sono anche se quello stesso Dio che un tempo veneravo ha deciso di non concedermi su parola in suo nome. E infatti io sono qui, in mezzo a voi, come sempre. Sempre io. Fidatevi di me. Non di quello che fu Heironeous per me, ma di me!

 

Neutral Evil Gnome WizardRispetto senza riserva alcuna l’orazione del nostro compagno… Ma non vorrete veramente prestargli ascolto, vero? Qualunque sia il fine ultimo del nostro viaggio, la reale direzione è l’altra. Consideratela niente di più di una piccola e breve deviazione, una pausa, o anche di più! Un gioco, ecco, consideratelo un gioco. Un innocuo e innocente gioco tra compagni, uno scherzetto, un “trucchetto”, se mi perdonate l’ardire e la citazione. Nulla di più di un trucchetto, e ogni nostro problema sarà risolto. Poi potremo seguire senza difficoltà alcuna la direzione indicata dal mio compagno, o anche altre (in totale sincerità mi interessa molto poco il seguito dell’azione), ma intanto avremmo quello che ci serve. Dobbiamo pensare a noi e al nostro futuro, perché rendere le cose complesse e intricate dal principio quando un minuscolo passettino può concederci tutta la tranquillità che sicuramente non ci sarebbe concessa se seguissimo l’ex seguace scomunicato di una potentissima Divinità?

 

(il gruppo è ancora combattuto. Entrambi i membri del gruppo hanno fiducia e rispetto, ma dove arriva l’acume e la pianificazione di un membro il senso di affetto e fratellanza dimostrato dall’altro li fa dubitare. E al contrario, dove l’incoerenza di un membro molto emotivo del gruppo porta a dubitare dello stesso, la dubbia moralità dell’altro membro rafforza gli stessi dubbi invece che dissiparli)

 

Scomunicato sarai tu, tappo rinsecchito!

Fino a prova contraria, mio infedele compagno, l’unico scomunicato del gruppo sei tu.

Infedele?? Ma se sono sempre stato dalla vostra parte, ho combattuto e rischiato la vita mille volte per tutti voi, persino per te! Come osi insultarmi e darmi dell’infedele? Proprio tu che sei sempre a valutare se valga la pena salvare una vita o no!

Hai ragione, valuto sempre tutto. Ragiono, schematizzo, e associo il giusto peso ad ogni cosa, per la nostra salvaguardia. E non vorrai dirmi che la scomunica di quello che fu il tuo Dio ti renda una persona fedele, vero?

Il fatto che abbia abbandonato il mio precedente sentiero non è affare che ti abbia mai riguardato!

Se questo rende possibile un tuo “abbandono di precedente sentiero” in riferimento alla strada che dobbiamo scegliere, hai ragione. Non è affare che riguardi me. È un affare che riguarda TUTTI.

 

(il party, dopo un attimo di titubanza, prende la sua decisione)

 

Molto bene, sono sicuro che trarremo tutti grande giovamento da questa piccola e innocua deviazione. In marcia, compagni. La nostra strada ci aspetta.

 

(Il gruppo si mise in marcia… ma senza allegri sorrisi. La decisione era stata presa, ma nessuno era convinto fino in fondo. Un velo di tristezza permeava l’ambiente mentre le prime parole ripartivano tra i cinque compagni di avventura, ma come ovattate da una grigia cappa, un alone plumbeo e funereo tra i membri del gruppo. Non che allo gnomo incantatore importasse un granché, ovviamente. Anzi, lui sorrideva.)

 

Annunci

2 pensieri su “D&D Random: Orazione – La guida del Gruppo

    1. Anche io nel “Random: Regolamento di Conti” tifavo per il mezzelfo, ma oggi come allora fu il dado a decidere. In questo caso, il secondo dei due tiri contrapposti di Diplomazia è stato decisivo.

      I dadi che uso per i racconti random sono malvagi! 😆

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...