GURPS: Valore in punti dei personaggi – il popolo di un’ambientazione fantasy

 

(questo articolo fa riferimento ad equipaggiamenti e regole del Manuale Base GURPS terza edizione in italiano. Maggiori dettagli sul sito ufficiale della Steve Jackson Games http://www.sjgames.com/)

 

gurpsIn GURPS ad ogni personaggio è associato un valore in punti. Ogni capacità, vantaggio, statistica o abilità del personaggio equivale ad un certo ammontare di “punti personaggio”, e la somma di tutti quei punti rappresenta il “valore” in punti del personaggio. Non esistono livelli e “esperienza” nel senso tradizionale del termine, quello che in altri giochi è una ricompensa in PE in GURPS è direttamente una ricompensa in punti personaggio, che aumentano il totale rappresentativo del personaggio stesso.

 

Nota 1: le definizioni usate sono quelle fornite dal manuale, ma sono puramente indicative.

Nota 2: Questo articolo era già stato scritto (grossomodo due anni e mezzo fa, articolo originale a questo link) in un contesto generale, quello di adesso strizza palesemente un occhio alle partite fantasy. 😉

 

Introduzione

Parleremo del valore in punti associato ai personaggi che costituiscono ossatura, muscolatura e sostanza di un’ambientazione fantasy tradizionale realistica in GURPS. Non dei comprimari dei PG o di personaggi loro paragonabili, ma di tutti gli altri.

 

A differenza dell’articolo originale, questo articolo si ferma subito prima che inizi il “range” di punteggio degli eroi, cioè personaggi giocanti o loro equivalenti (in potenzialità, addestramento o simili). Alias, niente introduzione e descrizione/esempi per le fasce di punteggio dal 100 in su. La scelta è voluta, perché in questo articolo mi interessa parlare di più del mondo in cui i personaggi vivono, e nonostante un fantasy non sia esattamente una ricostruzione di un ambiente medioevale, la stragrande maggioranza degli abitanti di un mondo fantasy tradizionale (leggasi “non reale ma comunque realistico”) saranno contadini, schiavi, servi della gleba o loro equivalenti.

Poi ci mancherebbe altro, magari nella vostra ambientazione esiste qualche presupposto ragionevole per non avere la stragrande maggioranza della popolazione al lavoro nella produzione del cibo. Può essere un mondo così fertile da gonfiare a dismisura la resa delle piante coltivate: da un solo chicco si ottengono diverse centinaia di chili di grano! Oppure una qualche antica e/o magica tecnologia non fa altro che fornire cibarie o sostentamento equivalente alle grandi città, che sono quindi indipendenti (… quasi) dai villaggi vicini per il cibo.

GURPS - abilitàO magari in realtà di tutto questo non vi interessa. Ricordo ancora adesso una stupenda campagna vissuta quasi interamente in un arcipelago conteso tra diverse forze (naturali e sovrannaturali) in cui i PG avevano un ruolo determinante nella soluzione del conflitto. Una campagna bellissima e dove, onestamente, del mondo non ci è fregato poi quel granché dato che la nostra attenzione era sempre concentrata in una zona ben definita in cui nemmeno ci passava per la testa di chiederci quale contadino avesse coltivato il grano che dopo un lunghissimo viaggio per nave ci era arrivato sotto forma di pane secco.

Detto questo, mi rendo conto che mi sto addentrando troppo all’interno di un discorso importante ma che va un po’ fuori tema dall’articolo 😆

 

Vogliamo parlare dei punteggi dei personaggi di un mondo fantasy realistico, e in quanto tale questo mondo non si distaccherà troppo da quella che è una ambientazione medioevale realistica.

Quindi, la stra-grande maggioranza degli esseri viventi “civili” non saranno cittadini abbienti o istruiti, ma lavoratori di fatica a basso livello tecnologico, analfabeti e praticamente sempre molto ignoranti. E vivranno / lavoreranno (occhio, sono praticamente sinonimi) in campagna. Non in città.

Chiaramente le “grandi città” esistono, ma non sono la norma. Forse nemmeno per gli avventurieri.

 

 

15 pt o meno – “Sotto la Media”

Individui assolutamente sotto la media per capacità, esperienza e capacità. Spesso individui con marcati problemi fisici e/o mentali, di basso status sociale o semplicemente generalmente molto poco dotati. Possibilità di avanzamento o miglioramento quasi inesistente. Si noti che il punteggio dei personaggi non è direttamente collegato con l’età, quindi i bambini non ricadono in questa fascia di punteggio.

Esempi: schiavo, contadino, servitore generico, veterano pazzo sfregiato, garzone, mendicante, apprendista, miliziano anziano, ladruncolo di quartiere.

 

25 pt – “Medio”

Individui medi. Personaggi dotati di pregi e difetti con passabili capacità in uno o più campi in base al personaggio, solitamente ma non sempre con scarse possibilità di miglioramento. Molti individui medi possiedono un campo in cui essere non dei maestri ma comunque piuttosto bravi, tipicamente il loro lavoro. Attenzione però, un ruolo comune non deve essere per forza associato ad un individuo medio, così come ruoli importanti non saranno per forza associati a personaggi ben sopra la media. Detto questo, la maggior parte dei personaggi comuni sarà appunto nella media, con molte possibili e probabili eccezioni, ma limitate rispetto alla casistica possibile.

Esempi: miliziano, giovane soldato, ladro, servitore, piccolo commerciante, artigiano (di tutti i tipi), iniziato al culto di xxx, cuoco, apprendista talentuoso, meretrice, artista da strada, marinaio, … praticamente la stra-grande maggioranza di persone del mondo.

 

50 pt – “Sopra la Media”

Individui solitamente presenti in posizione di relativa importanza dove maggiore talento e/o esperienza si rivelano non solo utili ma necessarie, alternativamente personaggi normali ma con grandissimi doni o capacità non direttamente dipendenti dalla loro esperienza o addestramento. I personaggi di questa fascia di punteggio, insieme ai “medi” e “sotto la media”, costituiscono un’enorme fetta dei personaggi del mondo. Più di tre quarti del mondo rientra in queste tre categorie. E in questa enorme fetta, i personaggi sopra la media iniziano ad essere abbastanza “forti” per dire la loro nel loro campo, qualunque esso sia.

Esempi: Capo pattuglia, ladro talentuoso, soldato veterano esperto, mercante, dama di corte, rampollo di ricca famiglia, borghese arricchito, mago, chierico ordinato, studioso.

 

75 pt – “Esperto”

Personaggi di grande talento ma poca esperienza, di buone capacità e ottimo allenamento, o diverse combinazioni di queste possibilità con vantaggi e possibilità “esterne” alla vita comune. Più il punteggio a disposizione aumenta, più la possibilità di personalizzazione aumenta. Chiaramente individui in cui il punteggio rappresenta più il talento che l’addestramento potranno aumentare ancora le loro capacità più facilmente rispetto a persone sopra la media ma già molto ben addestrate. Un personaggio “Esperto” specializzato in uno specifico ambito può tranquillamente dire la sua e cavarsela molto bene anche con personaggi di punteggio ben superiore, chiaramente a scapito di una perdita di “polivalenza” in altri o diversi settori.

Esempi: Ufficiale, mago affermato, bibliotecario, portavoce dei mercanti cittadini, ricco mercante, ladro di fama cittadina, artista riconosciuto, consigliere cittadino, capocuoco di palazzo, artigiano esperto (di quasi tutti i tipi), artigiano non tradizionale (alchimista, trasmutatore, scrittore di pergamene, ecc…).

 

 100 pt“Eroe principiante”

E da qui in poi, ragazzi e ragazze, è tutto in mano vostra.

Buona partita. 😉

Annunci

One thought on “GURPS: Valore in punti dei personaggi – il popolo di un’ambientazione fantasy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...