Warhammer Fantasy Roleplay: Warhammer – Age of Sigmar

 

Direttamente dal sito ufficiale della Games Workshop

 

Ascolta attentamente. Riesci a sentirla? La crudele risata degli dei oscuri. Danza nei venti tra i mondi, desiderosa di essere ascoltata, perché i poteri perniciosi si annoiano con facilità e cercano sempre nuove realtà da conquistare.
Ovunque sia la vita, il Chaos la troverà e seguiranno disperazione e massacro.

Il mondo è svanito, ma forse non tutto è perduto.
I discendenti degli Antichi se ne andarono prima che la luna del Chaos distruggesse le loro dimore, questo è certo. Ma dove si diressero?

Se loro riuscirono a fuggire, lo fece anche qualcun altro?

Ciò che è già morto può veramente morire?

Chi vaga perduto nel vuoto?

A cosa si aggrappa?

E quando un mondo muore…

 

Age of Sigmar

 

Il Mondo del Tempo che Fu è andato. Distrutto. Consegnato ad un oblio che nessuno riteneva possibile. Il nucleo metallico di quel pianeta sfortunato venne gettato nel cosmo, con il Dio-Re Sigmar aggrappato disperatamente alla sua superficie di sigmarite. Dopo eoni quel nucleo attirò l’attenzione del great drake Dracothion: fu lui a salvare Sigmar e ad insegnargli i segreti dei Reami Mortali, collegati dai Realmgates e popolati pacificamente per molti anni.

Purtroppo anche in tale utopia il Chaos trovò il modo di corrompere e distorcere tutto. L’Età del Chaos trasformò gradualmente la vita di quei luoghi in un inferno. Preferendo la saggezza alla forza bruta, Sigmar si ritirò nel Reame Celestial per adunare i più grandi guerrieri mortali, impregnarli della magia delle stelle e instillare in loro la divinità.

Gli Stormcast Eternals, come vennero chiamati da Sigmar, sono pronti. La tempesta di Sigmar è pronta a scatenare la propria furia sulle forze del Chaos. I reami tremeranno ed i cieli bruceranno mentre le legioni degli Dei Oscuri proveranno la rabbia ardente delle Stormhosts!

L’Età di Sigmar è giunta.

LandingPageLogosWHAoS

Warhammer Age of Sigmar è un fantastico set di partenza per tutti i fan di Warhammer! Descrivendo nel dettaglio le prime incursioni delle Guerre dei Realmgates, questa confezione contiene tutto ciò che ti serve per cominciare la tua avventura nell’Età di Sigmar.

 

(continua sul sito ufficiale)

 

[…]

 

warhammer1983, viene pubblicata la prima edizione di Warhammer Fantasy, un gioco strategico tridimensionale, cioè di miniature (alias soldatini) edito dalla Games Workshop.

1986, vede la luce la prima edizione di Warhammer Fantasy Roleplay, conosciuto in Italia come “Martelli da Guerra”.

2015, data odierna, viene sancita ufficialmente la fine del mondo di Warhammer Fantasy così come lo conosciamo,e così come si è evoluto dopo 8 differenti edizioni del gioco di miniature e 3 diverse edizioni del gioco di ruolo.

 

1983 – 2015

32 anni di attività sono ufficialmente finiti.

 

Ora, comprenderete che questo post non ha la possibilità di racchiudere in se stesso 32 anni di attività di wargame tridimensionale e di gioco di ruolo. Anche limitandosi a le “sole” tre edizioni del gioco di ruolo, l’universo che è stato creato dalla Games Workshop è qualcosa di … immenso.

 

Personalmente ho avuto il mio primo impatto con il mondo di Warhammer Fantasy a 13 anni, e proprio il Vecchio Mondo è stato il mio primo contatto con tutto l’immenso universo Games Workshop. Il legame emotivo che personalmente sento con quell’universo è molto forte, così come con le varie edizioni dei giochi di ruolo omonimi basati sulla stessa ambientazione. Le edizioni sono state diverse le une dalle altre, alcune di più, altre meno. Ma tutte erano sempre basate sulla stessa ambientazione. Vi potevano essere sistemi o regole più o meno condivise come più o meno apprezzate, ma la vita di quel mondo era la stessa.

Complessa, articolata, estremamente approfondita in tutti i suoi dettagli, base di numerosissimi giochi da tavolo e di ruolo come elettronici, di romanzi e di tantissimo materiale aggiuntivo.

Per chi mi legge o mi conosce da più tempo credo sia più facile capire quanto tutto questo, per me, sia stato importante.

 

Adesso si riparte.

E una piccola fitta, solo per questo colossale avvenimento, mi prende a metà strada tra l’emotività e la razionalità.

Si riparte con una intera nuova linea. Non un reboot, ma un nuovo inizio collocato successivamente a “The End Times”, la tanto discussa “end line” del gioco e dell’universo come lo conoscevamo.

 

Warhammer: Age of Sigmar

age-of-sigmar-splash

 

Un nuovo inizio per il Wargame…

E per il gioco di ruolo?

 

La terza edizione di Warhammer Fantasy Roleplay è stata ufficialmente chiusa diverso tempo fa, e questo è risaputo. È possibile che si stia preparando qualcosa di nuovo anche in questo senso?

Per adesso non lo sappiamo.

 

La mia prima impressione, in senso generale, non è molto positiva.

Mi auguro di sbagliarmi, con tutto me stesso. Mi auguro di poter dire di essermi sbagliato, di poter riprendere in mano tanto il nuovo quanto il vecchio materiale ed essere felice come lo sono stato a leggere le avventure di  Gotrek Gurnisson e Felix Jaeger, e a giocare tutte le mie personali avventure, sia nei numerosi giochi da tavolo che nelle lunghe campagne di gioco di ruolo.

Ma, ora come ora, la storia di un Drago spaziale che dopo End Times insegna a Sigmar come costruire il suo personale mondo materiale, tutto successivamente ad un volo spaziale dello stesso Sigmar nel cosmo attaccato al nucleo metallico di sigmarite del pianeta

Come dire…

A me sembra davvero una CAZZATA EPOCALE.

 

 

Ne riparleremo ancora, questo è sicuro.

Con tutto me stesso, spero che quando sarà il momento i toni possano essere completamente diversi.

 

Arturo

 

Annunci

4 thoughts on “Warhammer Fantasy Roleplay: Warhammer – Age of Sigmar

  1. Premetto che dell’universo di Warhammer conosco solo l’ambientazione (non ho mai giocato al gioco di miniature, solo ai GdR), e che comunque anche la mia conoscenza della stessa probabilmente è in alcuni punti scarsa e imprecisa.

    Conscio della mia ignoranza, voglio lo stesso esprimere il mio sospetto:

    1. Warhammer fantasy è giocato meno di Warhammer 40k.
    2. La maggior parte dei giocatori preferisce giocare Space Marines.
    1+2. Stormcast Eternals.

    Era palese e ho detto un’ovvietà?
    E’ stupido e impossibile che sia cosi?
    Non lo so.
    Quello che so è che se è effettivamente questo il motivo, potrebbe significare che la trama sia stata “raffazzonata” in modo da dare una parvenza di senso alla presenza dei “Fantasy Marines”.
    E questa possibilità mi lascia l’amaro in bocca.

    1. Ovvietà probabilmente no,
      palese secondo me abbastanza,
      stupido assolutamente no,
      impossibile decisamente no.

      Poi che non ci siano certezze è ovvio, ma l’amaro in bocca è rimasto a tanti. 😦

  2. Onestamente è un giudizio che condivido, ma capisco anche come una cosa del genere potrebbe attirare una parte delle giovani generazioni abituate a certi stili di videogiochi, una cosa che si nota anche nel nuovo stile delle miniature. Temo però che la GW abbia sbagliato target di riferimento.

    1. Sono d’accordo.
      Comunque ci tengo a ripetere che spero davvero tanto di poter dire “mi sbagliavo”. Però attualmente non mi sento molto fiducioso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...