World of Warcraft GDR: Valle di Dun Morogh

Valle di Dun Morogh

 

Capitali: Ironforge, Gnomeregan (distrutta)

Popolazione: Principalmente nani (Clan dei Bronzebeard e dei Wildhammer) e gnomi, in numero minore umani.

Monarca: Re Magni Bronzebeard

Insediamenti principali: Kharanos, Anvilmar, Ranch di Amberstill

Risorse: minerali, legname, allevamento*.

Affiliazione: Alleanza

Dun Morogh map

La valle di Dun Morogh è una fredda ed impervia regione montuosa, completamente circondata dalle Montagne di Khaz Modan e patria sia del tenace popolo dei Nani che dell’ingegnoso popolo degli Gnomi. Le difficoltà di accesso alla regione, possibile solo attraverso stretti e sorvegliati passi montani, e la presenza al suo interno della città di Ironforge, rendono indiscusso il dominio dell’Alleanza su di essa.

Gates_of_IronforgeIl caldo cuore di Ironforge e dei suoi abitanti è in grado di scaldare il più freddo dei viaggiatori, e le gigantesche quanto magnifiche forge e fucine, nonché la perizia nanica nel loro utilizzo, sono meta ambita di guerrieri e mercanti, grazie a quali la città riesce a rifornirsi di vivande e provviste ed altri beni di prima necessità, compensando le risorse che il solo allevamento non riesce completamente a procurare.
Tuttavia al di fuori della capitale, nonostante l’estrema difendibilità da eventuali attacchi provenienti dall’esterno, la vita a Dun Morogh risulta tutt’altro che facile: l’intera valle è costantemente immersa nella neve, e le tormente invernali mietono periodicamente vittime non solo fra viaggiatori impreparati, ma anche nei più esperti Cacciatori e Guardiacaccia.

Ed il freddo altro non è che l’ultimo dei problemi.
https://gdrtales.files.wordpress.com/2015/09/wpid-forceofnature.jpg?w=286&h=161E’ da interi decenni ormai che le genti di Dun Morogh non vedono la pace.
Lupi e leopardi delle nevi si aggirano silenziosi nelle foreste della valle, incattiviti e spronati alla ferocia dalla fame. Grandi orsi riposano negli anfratti e nelle caverne vicino alle zone montane, trasformando rifugi naturali dalle intemperie in trappole mortali.

https://gdrtales.files.wordpress.com/2015/09/wpid-trogg.jpg?w=171&h=218Durante gli scavi di Uldaman, Nani e Gnomi riportarono alla luce un’antica razza corrotta di creature umanoidi, i Trogg, che non appena liberi ripagarono i loro salvatori massacrando l’intera spedizione ed invadendo le zone limitrofe, prima fra tutti la città di Gnomeregan.

Anche se ormai scacciati dalle rovine dell’ex-capitale degli Gnomi, i Trogg continuano ad essere una preoccupante minaccia, assaltando i piccoli insediamenti che non possiedono una guarnigione sufficientemente grande per difendersi efficaciemente e preparando imboscate lungo strade e sentieri, in una guerra che non permette trattative o accordi, vista la crudeltà ed aggressività di queste semplici ma forzute creature.

https://gdrtales.files.wordpress.com/2015/09/wpid-great_father_arctikus.jpg?w=211&h=197In tutto questo, la tribù Troll dei Frostmane gioca un ruolo solo apparentemente marginale.
Considerata nient’altro che un fastidio, in realtà la maggior parte dei suoi membri ha volutamente ridotto le incursioni nel territorio nanico per deviare l’attenzione degli odiati nemici sui più massicci ma meno subdoli Trogg, in attesa dell’occasione propizia per riconquistare la valle e ripristinare il proprio Onore di guerrieri, perduto quando i nani sottrassero loro il controllo di Dun Morogh.

Unico lato positivo, da quando il clan dei Dark Iron è stato bandito da Ironforge durante la Guerra dei Tre Martelli, la criminalità nella valle è praticamente inesistente,  in quanto Nani e Gnomi sono estremamente consci del bisogno di rimanere uniti di fronte a così tante minacce.

E nonostante gli innumerevoli problemi che la valle e i suoi abitanti devono affrontare, nessuno di loro si sognerebbe mai di lasciare Dun Morogh per trasferirsi in una zona più sicura: questa è la loro casa, e finchè anche solo un Nano o uno Gnomo avrà respiro, essa verrà protetta e difesa da chiunque cerchi di distruggerla.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...