Dark Heresy: una macchia indelebile

 

Dark-Heresy-Logo

 

[…]      

 

InquisitonL’Inquisitore Venris torreggiava sopra coloro che erano stati giudicati, suo malgrado, degni di essere considerati potenziali accoliti dell’Inquisizione.

“Potenzialità”, era stata la parola usata da Hosidio, il suo Interrogator. La sua lingua non avrebbe più pronunciato simili assurdità. Gli accoliti che si erano occupati della selezione non avrebbero più avuto opportunità di alcun tipo, e il loro destino era già stato decretato.

Vi era ancora una questione da risolvere, ma se ne sarebbero occupati i suoi accoliti prima che la faccenda degenerasse.
Anche se ovviamente il seme del dubbio ormai era stato instillato. Ma questo dubbio non era relativo agli accoliti in prova, che avevano palesemente fallito. Il dubbio si era insinuato su qualcosa di più grande di quattro semplici novizi…

 

Intios, guardia imperiale

Joktar, psionico sanzionato

Arl, assassino

Hak, tecnoprete machinomante

 

(Nota della Redazione: se avete un terrificante senso di DEJAVU, non preoccupatevi. Lo abbiamo avuto anche noi!!)

 

[…]

 

La rivelazione

Intios: … io sono KRAAL!

Hak: … io sono KIM!!

Intios: AAAAAAARGH!!!

Hak: tu sei ME!! E tu sei LUI!!

Arl & Joktar: DI COSA CAZZO PARLATE???

 

La presa di coscienza

Intios: TI PIACEREBBE essere come Kim, altroché!

Hak: Beh perché tu sei proprio un KRAAL sputato, eh! Uguale uguale!

Intios: Ma io non voglio essere come Kraal!

Hak: nemmeno io come Kim!

Intios: Ma tu NON PUOI essere come Kim!

Hak: perché tu pensi di poter essere come Kraal???

 

L’inizio della fine

Arl: voglio essere dell’ORDO MALLEUS!!

Intios: …. Siamo morti.

GM: e non abbiamo nemmeno ancora iniziato!

 

Avevamo dubbi?

GM: L’Inquisitore Venris è un individuo convinto dell’ineluttabilità del fallimento una volta che l’anima si sia macchiata. Non esiste alcuna-

Intios: è un PURITANO!! Siamo fottutamente MORTI!!

Joktar: Ma perché??? Di cosa parli?

Arl: Master ma è obbligatorio credere nell’Imperatore?

Intios: ECCO PERCHÉ! Ci farà ammazzare tutti e SUBITO!!

 

(a dovere di cronaca, Arl è sopravvissuto e Joktar si è votato al Chaos. Diamo atto che di prima battuta ci aspettavamo tutti il tradimento di Joktar, ma ci aspettavamo anche tutti che Arl fosse il primo a restarci secco!)

 

[…]

 

Molti si chiedono cosa possa essere una “punizione” nell’Inquisizione. O meglio, cosa significhi non in senso generale, ma specificamente in riferimento ad un Inquisitore. Le lotte di potere e di influenza tra gli Inquisitori all’interno dei differenti Conclavi o Sistemi sono cose note, ma come reagiscono quando essi stessi si trovano in una posizione pericolosa a causa di alcuni loro sottoposti?

 

La domanda che alcuni si posero è la seguente: quante generazioni sono macchiate dal peso di un peccato?

 

Gli aspiranti accoliti avevano fallito, e questo era sufficiente a decretare l’impossibilità del loro ingresso nell’Inquisizione.

Gli accoliti che avevano selezionato gli aspiranti accoliti sono stati eliminati. Chi seleziona uno psionico sanzionato pronto a cedere alle lusinghe del Caos non è degno del ruolo che occupava in seno all’Inquisizione.

L’Interrogator Hosidio è stato severamente punito e destituito di tutte le sue cariche. Il suo ruolo è stato ridefinito in base alla limiti della sua attuale struttura fisica, e adesso sta espiando le sue colpe in un mondo santuario controllato dalle Sorelle Guerriere dell’Ordine della Sacra Rosa Penitente.

L’Inquisitore … ?

 

Ecco dove arriva la domanda che prima ci siamo posti.

È stato l’Inquisitore a nominare l’Interrogator responsabile degli accoliti che hanno selezionato i futuri accoliti, tra i quali vi era un traditore.

Quindi, come ci siamo chiesti prima… Quante generazioni sono macchiate dal peso di un peccato?

 

Un Sapiente a seguito dell’Inquisitore Venris si occupò dei potenziali accoliti che avevano fallito la prova. La loro questione fu semplice da risolvere, in fondo non facevano parte dell’Inquisizione. Apparentemente avevano combattuto il nemico ultraterreno manifestatosi nello psionico corrotto, ma avevano fallito la loro missione ed erano comunque rimasti vicino al maligno.

Galaxy_map_segmentumsolarLa loro soluzione fu semplice, ma un semplice Sapiente non poteva osare mettere mano alle vicissitudini di un Inquisitore. Non ve ne fu comunque necessità, perché l’Inquisitore Ventris aveva comunque già preso la sua decisione.

L’Imperatore avrebbe determinato la correttezza del suo operato e le fondamenta della sua Fede sul campo di battaglia. E in quel momento l’Ordo Malleus stava combattendo una enorme battaglia nel punto più centrale e importante di tutta la Galassia dell’Uomo. Il Segmentum Solar.

Quindi era li che l’Inquisitore Venris si sarebbe recato.

 

[…]

 

Esistono molti modi differenti per definire cosa sia realmente una “legione penale”.

legione penale - guardia imperialeBurocraticamente parlando la cosa è semplice, dato che in queste legioni sono arruolati criminali, psicopatici e tutta la feccia sottratta ai plotoni d’esecuzione, a cui viene offerta l’opportunità di riscattarsi e di ottenere il perdono del Dio Imperatore dell’Umanità sul campo di battaglia, solitamente in missioni suicide.

Nel caso i carcerati sopravvivano, ne affronteranno un’altra. E così via, fino a quando la loro anima non sarà perdonata, o saranno morti nel tentativo.

Dal punto di vista reale le cose non sono così semplici, perché se questo è assolutamente vero per gruppi moderatamente piccoli, arrivati alle lune o ai sistemi planetari adibiti a prigioni e campi di concentramento, molto spesso la “scala” delle operazioni suicide cambia profondamente.
È facile immaginare un’operazione suicida utile sia al ravvedimento dell’anima che a piani militari che coinvolgano un gruppo di persone limitato, ma non è così facile trovare un’operazione degna di questo nome che ottenga gli stessi scopi (sia per i carcerati che per le forze imperiali) e che coinvolga da cinquanta a varie centinaia di migliaia di uomini.

A questo proposito, alle volte l’Inquisizione richiede l’intervento di tali forze.

 

La legione penale dei “Cani Urlanti” deve il suo soprannome alla sua nota strategia di attacco, ovvero l’utilizzo massiccio di plotoni di fanteria paracadutata dove tutte le “nuove” truppe si troveranno, al momento del lancio, con un paracadute antigravitazionale di potenza ridotta al 50% o persino inferiore.

Questo fa si che ad ogni attacco circa metà delle truppe “avanzeranno” verso terra decisamente più velocemente delle altre, ottenendo in questa maniera una lunga lista di vantaggi tattici: saranno degli scudi viventi  per i soldati più esperti della legione penale durante la caduta, e al minimo prezzo di diversi incidenti all’atterraggio avranno il vantaggio di passare molto meno tempo in mezzo al fuoco di sbarramento nemico. Inoltre gli schianti e le occasionali morti di questi freschi detenuti durante l’atterraggio hanno spesso un effetto piuttosto degradante sul morale del nemico, anche e soprattutto a causa delle urla selvagge con cui i detenuti cadono al suolo quando si rendono conto di avere un paracadute sottoalimentato.

 

Questa legione aveva tre nuovi cani tra i detenuti. E guardate che coincidenza, poco dopo il loro arrivo, l’intera legione penale venne mobilitata per un grossa operazione. Nel Segmentum Solar.

 

[…]

 

Alle volte sembra che alcuni piccoli fili si intreccino per formare trame ed orditi di una innaturale complessità.

Vi sono individui che cercano di dipanare i fili, altri che cercano di intrecciarli maggiormente, altri ancora che cercano non di modificare gli intrecci ma di comprenderli per arrivare a prevederli, e quindi nella loro idea e visione a controllarli.

 

Manipolatore dei DestiniPoi vi sono individui che sollevano gli occhi, perché hanno compreso che i fili non sono in grado di muoversi da soli. Esiste un telaio, una “struttura” che contiene i fili e li prepara al lavoro successivo, e poi esiste lui.

Il tessitore, il sarto, il manipolatore.

La vera causa dell’intreccio dei fili.

 

Vi sono Inquisitori che affrontano con successo trame ed orditi di una innaturale complessità, tranciandole o dipanandole in base alla necessità. Essi sono i grandi eroi dell’Imperium, le cui azioni sono miniate sulle Guglie d’Onore di innumerevoli pianeti e note ad ogni soldato degno di questo nome.

Vi sono Squadre che affrontano le mani dell’individuo che intreccia i fili sopra il telaio. Per alcuni saranno Eroi, per altri saranno Folli, per la maggior parte saranno sconosciuti od ad al massimo esseri incompresi. Come può un filo che non si rende conto di esserlo rendersi conto che esiste qualcuno sopra di lui che lo intreccia all’interno di un ordito?

 

Galaxy_map_segmentumsolarNel Segmentum Solar, adesso, si sta combattendo un’enorme battaglia.

Perché esiste più di un tessitore, e ogni tessitore ha le sue mani.

Ma l’Umanità non sarà sola.

 

L’Imperatore ci protegge.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...