GURPS: “All’Ombra della Quercia”, il rimpianto di un Nano

https://gdrtales.files.wordpress.com/2015/10/simbolo-locanda-bn.jpg?w=753&h=909
La Quercia fu piantata, cresciuta e curata, la Bacchetta, anche se incompleta, fu creata… ma purtroppo la Fine giunse prima di poter forgiare l’Ascia.

REDENZIONE

Ascia da Battaglia Benedetta
1 mano, non da lancio

SCOPO & RESPONSABILITA’

Tramite le preghiere “Arma Sacra” e “Bandire” ho intenzione, durante il processo di forgiatura, di imprimere uno scopo a questa mia ascia, uno scopo che collega direttamente quest’arma alla mia fede nella Carità. E questo scopo, e le relative responsabilità che mi assumo, sono esposte in questa mia volontà:

“Se l’arma da me forgiata non sarà a mio giudizio adeguata allo scopo per miei errori nel processo di forgiatura, la fonderò e la forgerò nuovamente, tutte le volte che sarà necessario, fino a che non mi riterrò soddisfatto del risultato.

Quando riterrò la qualità della mia opera adeguata, giuro sulla mia vita e sulla mia fede che:

non userò altra arma all’infuori di essa.

userò quest’arma solo e unicamente verso entità il cui spirito non dovrebbe essere nel piano materiale, in particolare:

  1. Se usata contro non-morti senzienti, è mia volontà che allo Spirito non venga fatto alcun male, ma che sia reciso il collegamento con il corpo ospite e che l’Anima venga portata dove dovrebbe naturalmente trovarsi. Inoltre, è mia volontà proteggere il corpo ospite da nuovi tentativi di profanazione, in modo che ad esso sia concesso il giusto e meritato riposo.
    Nel caso di non-morti non senzienti, e quindi senza che ad essi sia legata un’Anima, è ovviamente possibile solo la protezione dalla rianimazione necromantica.
  2. Se usata contro demoni (e in generale “esterni”), è mia volontà che allo Spirito, per quanto abbietto e malvagio, non venga fatto alcun male, ma che sia bandito nel proprio piano di appartenenza e la sua manifestazione materiale dissolta.

Mi rendo perfettamente conto che, nonostante il suo scopo, la mia ascia rimane comunque un’arma, ed è chiaro che in quanto tale il suo filo potrebbe comunque attentare alla Vita, sia per mio errore che perché caduta in mani sbagliate.

La mia soluzione a riguardo è semplice.

E’ mia volontà, indipendentemente se la mano che compie il gesto sia la mia o no, che QUALUNQUE ferita inflitta da quest’arma ad una QUALUNQUE creatura originaria del piano materiale, QUALUNQUE sia il motivo, venga invece inflitta al mio corpo, in quanto lo scopo del suo filo non è ferire la Vita, ma recidere la Non-vita senza danneggiare la Vita intrappolata in essa.

 

Questa è la responsabilità che mi assumo nel chiedere alla Carità una Benedizione su uno strumento di morte.

 

Infine, quando la mia vita terminerà, che sia per morte naturale o violenta, è mia volontà che quest’arma venga distrutta anch’essa, in modo che, oltre a perdere le capacità da me richieste, diventi inutilizzabile anche come semplice arma.”

MATERIALI

Manico e base della lama saranno un pezzo unico, entrambi di acciaio della miglior qualità.
Il manico in metallo aumenterà il peso complessivo dell’ascia, tuttavia non essendo questa progettata per essere lanciata un perfetto bilanciamento non sarà necessario, e di conseguenza un peso maggiore non ne comprometterà l’efficacia.

Forgerò il cuore della lama in puro Adamantio, un metallo decisamente pesante, ma estremamente resistente ed affilato.
Esso verrà lavorato in modo che l’acciaio lo ricopra e funga da involucro, e di conseguenza l’Adamantio rimarrà allo scoperto solo all’altezza del filo della lama.
Questo porterà ad un ulteriore aumento del peso dell’arma, ma come per il manico, non essendo progettata per essere lanciata la sua efficacia in combattimento non verrà compromessa.

L’impugnatura sarà modellata seguendo la stretta della mia mano, e quindi rivestita in legno (per mia personale preferenza, betulla) per consentire una presa comoda.
Voglio sottolineare che il legno fungerà appunto solo da rivestimento, e che come precedentemente detto, l’interno dell’impugnatura risulterà di metallo come il manico.

Vi è inoltre un’ulteriore motivazione riguardo le scelte che mi porteranno a forgiare un’ascia più pesante rispetto alla media delle armi della sua stessa famiglia:
un maggior peso complessivo non potrà che ricordare continuamente al mio corpo quello che la mia mente ha solennemente giurato di fare, ovvero comprendere e tenere ben presente il peso della responsabilità che comporta forgiare un’arma chiedendo che venga benedetta dalla Carità.

ESTETICA

Ironicamente, l’arma sarà molto diversa da come inizialmente avevo pensato quando i miei compagni ed io avevamo da poco aperto la nostra Locanda.

Essa difatti, a differenza dell’ascia sulla nostra insegna, risulterà semplice, forse persino sgraziata.

https://gdrtales.files.wordpress.com/2015/10/img328.jpg?w=443&h=331Questo perchè forgiare un’ascia esteticamente bella è ora per me irrilevante.
Necessito unicamente che sia uno strumento funzionale, e di conseguenza ogni mio singolo sforzo sarà finalizzato per renderlo adeguata al compito che mi sono prefissato. Oltretutto, anche se volessi, non ho il tempo per decorazioni e linee eleganti che ne rendano piacevole la forma.

Unica attenzione al dettaglio sarà per l’appunto la base di metallo dell’impugnatura, come spiegato precedentemente.

Il nome di questa mia arma sarà Redenzione.

Perchè sarà ciò che essa porterà sia alle Anime di tutti coloro che sono stati intrappolati all’interno di un corpo morto, sia alla colpa che logora la mia, quando libererò l’ultimo nano la cui morte, se solo avessi avuto maggior lungimiranza, avrei potuto evitare.

 – Thanor CuorDiMetallo

[…]

La Quercia fu piantata, cresciuta e curata, la Bacchetta, anche se incompleta, fu creata… ma purtroppo la Fine giunse prima di poter forgiare l’Ascia.

Ora rimangono solo i nostri rimpianti.

https://gdrtales.files.wordpress.com/2015/10/wpid-thanor.jpg?w=645&h=914

E questo è il rimpianto di un Nano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...