GdrTales: one-shot e generazione casuale dei personaggi  

 

Premessa: questo articolo parla di generazione casuale brutale. “Brutale” è un epiteto improprio, da noi usato per indicare quella generazione casuale che:

  • Non può essere ritirata
  • Non può essere ignorata

Significa che SE si decide di usare una generazione casuale, va usata fino in fondo. Se un giocatore ottiene statistiche eccezionali tirando davanti a tutti come risultato più bassa un 17 al carisma per il suo nano guerriero, posto che ci interessa sapere come ha fatto a tirare un 19 su tre dadi da sei, quel risultato per noi se la tiene. Così ancora per il giocatore che ottiene due volte 3 su tre dadi da sei e ha una media dell’otto scarso. E ancora per il giocatore che ottiene allineamenti e classi incompatibili.

I personaggi saranno sbilanciati e assurdi? Più che probabile, ma è parte di questo gioco.

Se solitamente usate la generazione casuale ma poi “aggiustate” il tiro per cercare di bilanciare il gruppo e i personaggi, allora la prima parte di questo articolo probabilmente non vi interessa.

Se aborrite la generazione casuale dei personaggi e usate solo sistemi di creazione che consentano il controllo totale del personaggio, allora spero di ritrovarvi domani quando (probabilmente :P) non parleremo di generazione casuale.

Se volete parlare un po’ di perché qualcuno potrebbe voler generare il proprio personaggio in maniera casuale, allora beh… Fatemi sapere cosa ne pensate. 😉

Se invece vi piacciono le lasagne al ragù, siamo in due! Ma in realtà anche quelle verdi al pesto mi piacciono da impazzire. E a voi?

Buona lettura!

 

neutral neutral elf paladin

 

nano ranger caotico buono - scheda D&DParliamo di D&D 3.5, e consideriamo come riferimento solo razze e classi base. La generazione completamente casuale dei personaggi per una one-shot prevede una determinazione casuale di … beh, tutto. Questo significa generare casualmente:

  • Razza
  • Classe
  • Allineamento
  • Statistiche
  • Equipaggiamento (*)

 (*) solitamente da noi non generato casualmente ma basato su quello della classe base ottenuta, il tutto per una mera questione di tempo.

 

Piccola ma fondamentale nota: per quanto possa essere divertente (e a nostro parere lo è 😆 decisamente) creare un personaggio con questo metodo per una sessione, non lo è altrettanto per una partita più lunga.

I motivi sono palesi. Infatti, per quanto in D&D 3.5 ogni razza base possa accedere a tutte le classi base, non così è tra classi e allineamenti o tra classi e statistiche. E avere un personaggio non giocabile e/o seriamente penalizzato rispetto agli altri può essere frustrante per una lunga campagna.

 

Per iniziare a parlarne un po’, facciamo alcuni esempi di accoppiate casuali, inizialmente solo considerando razze e classi.

I risultati (ipotetici) sono: elfo barbaro, nano bardo, mezzorco mago.

NM elfo barbaroL’elfo barbaro è inusuale, ma non ha nessun problema per quanto riguarda la giocabilità. Il Malus alla COS degli elfi non sarà piacevole per la durata dell’Ira e per i punti ferita, ma tutto sommato non è uno svantaggio terribilmente limitante, e soprattutto in linea di principio un barbaro può avere qualunque modificatore di costituzione e avere ancora almeno un turno di ira… A parte se l’elfo ottiene COS 3 con i dadi che diventa COS 1 con il modificatore razziale, e un bel -5 a modificatore di caratteristica. Questo porta la COS a 5 in Ira, per un modificatore di -3, che porta i turni di ira a zero (turni di ira: 3 + modificatore COS).

Il nano bardo è inusuale, come sopra, e ha un simile problema sulle statistiche, ma reso più grave dal malus al carisma, perché se il valore di carisma finale (CASUALE, ricordiamolo) non fosse abbastanza alto, il personaggio non sarà in grado di lanciare incantesimi. Decisamente più sgradevole rispetto al caso precedente, ma tutto sommato un bardo potrebbe ancora recuperare qualcosa dai numerosi punti abilità e un bonus di attacco medio, ma il dado vita da D6 si sente eccome. Ecco un personaggio che ha serie difficoltà ad essere giocato.

Il mezzorco mago è inusuale, come sopra, e ha un problema anche peggiore del nano bardo. Perché nell’evenienza che la INT del personaggio sia bassa (e ovviamente il mezzorco è l’unica classe base con malus all’INT) gli incantesimi non saranno utilizzabili come sopra, ma il personaggio non avrà nemmeno punti abilità con cui compensare (per il mago i punti abilità sono 2 + INT e abbiamo appena detto che consideriamo una INT <= 10), ha un dado vita infimo (D4) e il peggior attacco base possibile. Senza nemmeno altre capacità o possibilità, in fondo il mago si basa praticamente del tutto sulla sua magia. Ecco un personaggio praticamente impossibile da giocare.

 

Detto questo, ricordiamo che anche gli allineamenti possono rompere le balle.

Neutral Evil Gnome WizardIl mezzorco mago per fortuna non ha anche questi problemi, ma un allineamento legale per l’elfo barbaro o il nano bardo sarebbero ulteriormente deleteri, perché significherebbe perdere le capacità di classe.

Ricordiamo la premessa dell’articolo: se faccio generazione casuale reale, me la tengo! Non facciamo bosse epocali come dire “interpreto un personaggio caotico per motivo xyz, così il Master mi cambia allineamento e ritorno ad avere le capacità di classe.”. Sbagliato!

O meglio, capiamoci: è sbagliato secondo noi quando si gioca una one-shot di personaggi completamente casuali.

 

Eccoci arrivati al punto della faccenda.

 

Punto che si rivela essere una domanda e la sua risposta, ovvero:

Perché VOI vi state generando casualmente i personaggi invece di crearveli da soli?

gnomo mago legale neutrale

 

Se la risposta è che a voi la generazione casuale fa cagare, beh… Non generateli casualmente! 😆 Idem se vi piace avere il totale controllo sui vostri personaggi. Scegliete in libertà razza e classe, usate uno dei metodi standard per l’attribuzione di punteggio alle statistiche, comprate l’equipaggiamento con le regole del manuale, e stop. Non vi serve altro, e fidatevi: va benissimo così. Il nostro stile di gioco usuale è esattamente questo, perché ci piace che i personaggi siano creati come piacciono a noi, stereotipati o meno che siano.

 

Se la risposta è che state cercando idee, ispirazione, spunti, allora ben venga! Però a quel punto, probabilmente, la vostra reazione sarà qualcosa di questo genere:

“Un Nano Bardo! Ma è geniale! Adesso creo un personaggio così TAMARRO che il Master si metterà a piangere. Così come tutti gli elfi suonatori di liuto della sua campagna. Carisma (nei limiti) alle stelle e un bel talento speso per +3 ad intrattenere con i BONGHI. Sarà qualcosa di fantastico!”

“Un mezzorco mago? Azz il malus alla INT… Però aspetta, mi basta arrivare ad INT tredici per lanciare PALLA DI FUOCO, poi che gli altri incantesimi si fottano, e dopo il sesto livello da mago biclasso in guerriero e poi si va a cercare una classe di prestigio opportuna! E li si che ci giochiamo bene con il bonus alla forza!”

“Un umano guerriero? Che palle lo ho già giocato la scorsa campagna… Vabbè, tiriamo di nuovo e vediamo cosa esce!”

E di nuovo, attenzione: va benissimo così! Un ottimo utilizzo della generazione casuale è infatti quello della ricerca di spunti. Chiaramente in questo caso state solo cercando delle idee, quindi tutto quello che generate che non vi piace… Sparisce. 😛 Ed è giusto così. Se siete alla ricerca di un’idea e quella che generate non vi piace, perché tenerla? Buttatela via e prendetene un’altra. Oppure buttatene una parte e tenetene un’altra, adeguando tutto a ciò che vi piace dello spunto appena ottenuto dai dadi. Che sia un allineamento (“Ma si… Proviamo un Legale Malvagio!”), una classe (“Ranger? Mah… Vabbè dai, vediamo cosa riesco a fare”) o una statistica (“Un MAGO con FOR 18? O.o talmente assurdo che devo giocarlo per forza!”), prendetelo e usatelo. Chiaramente in maniera adeguata sul vostro sistema di creazione personaggio. 😉

 

Se no… Se non è per questo, perché farlo?

Non è una domanda banale.

Può essere difficile trovare un senso in una generazione casuale tale da avere insieme un bardo nano legale con statistiche medie, un orco mago con INT 8 e statistiche mediamente basse e un umano guerriero con statistiche estremamente alte.

Il senso (o forse meglio dire lo scopo?) che abbiamo trovato noi è quello dell’interpretazione.

 

stormbringer - scheda e manualeCi appoggiamo un attimo a Stormbringer, gioco fantasy completamente differente da D&D per epoca, ambientazione (la saga di Elric, di Michael Moorcock) e sistema di gioco (basato sul BASIC invece che sul D20System).

Tra i personaggi giocabili vi è il Mendicante.

Questo personaggio, a differenza degli altri, ha:

  • Alcune capacità e abilità base (in numero paragonabile agli altri)
  • Nessuna capacità speciale (salvo il supporto tra mendicanti in combattimento, ma per quanto sia una cosa che faccia anche ridere non rende assolutamente il confronto con le capacità di un guerriero, un bottegaio o anche solo un cacciatore)
  • Nessuna capacità di attacco e parata, né addestramento specifico in alcun tipo di arma
  • Svantaggi molto pesanti (mutilazioni, amputazioni, simili)
  • Nessun equipaggiamento e praticamente nessuna possibilità di acquistarlo.

 

Lo stesso manuale dice (pagina 47):

“A causa dei loro Handicap e del loro stato sociale, non è raccomandabile ai giocatori principianti l’uso del Mendicante come personaggio giocante. […] I giocatori che amano la sfida possono essere tentati dalla possibilità di sconfiggere la sorte e proseguire le proprie avventure con un personaggio cieco, sordo o parzialmente storpio. […] Se scegliete di interpretare un mendicante, accettate almeno le nostre condoglianze e i nostri migliori auguri.”.

 

Ecco, è questo il motivo per cui noi, quando generiamo casualmente, andiamo fino in fondo.

 

Vogliamo chiamarla una sfida di interpretazione? Chiamiamola così.

manuale_giocatore_3.5È per questo che, secondo noi, una volta che si genera casualmente cambiare o modificare non ha senso. O cambio l’impostazione di partenza (ricerca di spunti, creazione autonoma, ecc…), oppure se genero qualcosa casualmente non è perché voglio creare io qualcosa da giocare, ma perché voglio giocare e rendere mio qualcosa che non ho creato io. In quest’ottica, le assurdità di alcune generazioni casuali diventano fondamentali.

Ho generato un paladino caotico buono? Chiaramente non avrà le capacità di classe, ma se le ha apprese significa che prima era legale buono. Perché il mio personaggio ha avuto un cambiamento così drastico (da LB a CB)? E drastico lo è davvero, perché attualmente il mio paladino NON ha le capacità di classe del paladino.

Personalmente, trovo questi spunti molto stimolanti!

Forse anche perché nelle campagne, invece, sono per il completo controllo della creazione. E allora mi fa piacere, nelle one-shot, sia creare un personaggio che giocarne uno casuale.

 

E oltretutto, sfatiamo un mito dalla parte con CULO EXTRA in generazione PG: non è così facile essere un umano guerriero con statistiche altisonanti, se il tuo gruppo invece di essere normale è estremamente sotto la media! Perché è vero che mediamente come guerriero quel personaggio sarà “forte”, ma sarà anche praticamente da solo su incontri tarati per un party di tre personaggi. Volente o nolente, il lavoro di squadra servirà.

E che squadra, ragazzi! 😆

 

 

Annunci

5 thoughts on “GdrTales: one-shot e generazione casuale dei personaggi  

  1. Aveva usato una generazione casuale per un PNG.
    Uscì un Mezzorco Monaco con 4 di Saggezza ma 20 in forza xD (Legale Cazzuto)
    Pensai molto a come interpretarlo e poi venne fuori un personaggi davvero simpatico!
    Gli affidai la Famosissima Tecnica del “A DUE A DUE FINCHÉ’ NON DIVENTANO DISPARI” e grazie al suo “carisma” entrò subito nel cuore dei miei giocatori.
    Devo dire la verità, mi sono divertito un sacco a giocarlo xD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...