Agli occhi di alcuni, il Mondo di Tenebra sembra essere un universo nel quale molte e differenti realtà coesistono in un equilibrio più precario di quello che possa di primo impatto apparire. Taluni dicono che la verità sia una unica e vista da molti punti di vista differenti, altri che in realtà esistano moltissime e diverse “verità” più o meno interagenti tra loro.

Sicuramente l’Animismo (cioè la credenza che le cose del mondo fisico abbiano delle controparti spirituali viventi) è tra quelle che vengono considerate innegabilmente e oggettivamente “verità dell’universo”.

Anche se non tutto ha un riflesso spirituale attivo, molte cose propagano un’eco nel mondo degli spiriti: alcuni animali e piante, macchine e persino potenti emozioni come la paura e il dolore. Il mondo degli spiriti è il corrispettivo del mondo materiale, e ne riflette la natura oscura. Gli spiriti degli animali e delle piante predano gli uni sugli altri in un riflesso inasprito del lato più crudele di madre natura. Molti spiriti sono ostili agli abitanti del mondo fisico, e quasi tutti si preoccupano dell’umanità solo come fonte di forza ed energia. Altri spiriti bramano e invidiano le esperienze della carne, e scivolano attraverso il Guanto per soddisfare i loro appetiti alieni.

 

[…]

 

il Mondo degli Spiriti

 

[…]

 

Nella storia dei Lupi Mannari, la Leggenda di Padre Lupo descrive il loro stesso progenitore mentre percorre incessantemente le Marche di Confine, dando la caccia ai peggiori potenziali invasori del mondo materiale e rigettandoli nel Regno dell’Ombra o distruggendoli completamente. Ora però Padre Lupo è morto, e gli unici rimasti a fare il suo lavoro sono gli Uratha.

E gli spiriti li detastano.

Non tanto per la morte di Padre Lupo, attenzione. Essi non nutrivano alcun affetto per il grande cacciatore che li teneva in scacco, quindi non è quella la causa scatenante. Li detestano perché li ritengono orribili ibridi di forma materiale ed effimera che osano agire come giudici sul mondo degli spiriti. I lupi mannari sono tutto ciò che si frappone fra gli spiriti e la soddisfazione dei loro desideri. Per questo devono sparire.

lupi mannari spirito cinghiale

Ogni spirito ha un particolare tabù – una proibizione assoluta verso un determinato atto, o un impulso
irresistibile a compiere una particolare azione. Gli spiriti collegati tendono ad avere tabù simili, anche se non necessariamente identici. Un particolare spirito del fuoco potrebbe non essere in grado di usare i suoi poteri durante un acquazzone, mentre un altro potrebbe attingere a solo metà delle sue forze durante l’inverno, a meno che non sia invitato dentro un’abitazione e possa attingere al potere del focolare. Gli lthaeur fanno del loro meglio per raccogliere informazioni sui tabù di vari piriti, perché la possibilità di sfruttare la proibizione innata di uno di essi rappresenta il modo migliore di tenerlo sotto controllo.

Lupo mannaro - forma da guerraQuasi tutti gli spiriti sono legati da complessi contratti che ne regolano le attività. Antichi patti fanno sì che qualsiasi stregone o lupo mannaro che conosca gli appropriati rituali, sacrifici e opportune offerte possa assicurarsi i servigi di uno spirito. Il trucco, naturalmente, sta nell’imparare la giusta serie di rituali per costringere uno spirito a cooperare.

Gli spiriti rispettano una rigida e complessa gerarchia di tipo feudale. Quasi tutti gli spiriti proclamano fedeltà a un signore locale, che in cambio offre ai suoi vassalli sostegno e protezione. I signori locali possono a loro volta obbedire a un feudatario più potente, seguendo una catena di gerarchie che riconduce fino a uno degli Incarnae che risiedono nelle distese spirituali o altrove.
Per esempio, gli spiriti-gatti di una città potrebbero inchinarsi di fronte al furbo e crudele Tom Unghie Insanguinate, che a sua volta obbedisce alla Fiera Madre, un mostruoso Incarna felino che caccia di notte sui sentieri più bui delle distese spirituali.

Alcuni spiriti agiscono come occasionali alleati degli Uratha, in quanto devono fedeltà ai Priminati; altri sono invece vincolati a livello indipendente nel ruolo di totem di branco. La grande maggioranza degli spiriti non nutre però alcun amore per i figli materiali di Madre Luna e Padre Lupo. Più potente uno spirito, più è probabile che debba fedeltà a diversi padroni, che cerchi di soppiantare il suo signore in qualche modo o che lotti coi suoi pari per una posizione di predominio. A parte il suo tabù, queste rivalità sono spesso la più grande debolezza che uno spirito può possedere – come gli Uratha sanno bene.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...