Lupi Mannari: occhio per occhio

 

“Craaaa! È morto qualcuno?”

 

[…]

 

Agitato, agitato, agitato! Craaa!

Ma che bell’occhio, ma che bell’occhio, ma che bell’occhio…

Craaa! Mi piace! Mi piace!

Brilla! Brilla! Brilla! Craaa!

È mio! È mio! Craaa! Mio mio mio mio!

Craaa! È morto! È morto! È morto!

Lo voglio! Lo voglio! Craaa! Lo voglio!

 

corvi notturni

 

 

[…]

 

L’aria è un groviglio di odori.

Metallo.

Ruggine.

Asfalto.

Sangue.

Vomito.

Disgustoso, non è vero? Ecco, adesso immaginate di essere una creatura con un olfatto superiore a quello di un essere umano per vari ordini di grandezza. E immaginate di dover distinguere, in mezzo a questa intricata matassa di odori e informazioni, la traccia della vostra preda.

Sempre che la furia e la bramosia della caccia non prendano il vostro controllo troppo in fretta…

 

[…]

 

Una nera caligine, piccola e ben visibile nelle sfumature metalliche di colore dell’ambiente, si muoveva pigramente avanti ed indietro.

Una massa informe di piume, anch’essa nera ma molto più irrequieta e movimentata, si avvicinava alla nebbia.

Vi fu un impatto, come se la massa di piume avesse sbattuto contro qualcosa di solido invece che semplicemente entrare in quella nera nebbia. Seguì una grandissima confusione, in cui forse un veterano dell’Ombra sarebbe riuscito a distinguere qualcosa, ma il branco era giovane. Nessuno riuscì davvero a capire cosa stesse succedendo.

Alcuni lunghissimi istanti dopo, la scena divenne più ordinata, e la caligine era sparita.

raven black corvi neriAl suo posto si ergeva quello che appariva come un animale, un corvo nero come la notte senza luna, dal becco scuro e opaco e due profondissimi occhi scuri. Era come circondato da un’aura negativa, di sfortuna e dolore, morte e disperazione, ma egli non guardava al branco di lupi mannari con odio o disprezzo, bensì con gratitudine. Forse addirittura con affetto. Certo, non è facile distinguere le emozioni di un corvo nero circondato da una nera aurea in un ambiente dai colori metallici scuri anch’essi, ma la sensazione del branco fu questa.

I numerosi corvi, nel mondo materiale, si avvicinarono al branco.

Il colore del corvo nell’ombra era molto familiare al branco, in termini umani potremmo definirlo come “Nero come la notte senza luna”. In questo contesto il significato è molto più profondo di quello di una semplice metafora.

 

[…]

 

Il branco avrà sicuramente dei problemi.

Dall’esterno possiamo sicuramente dire che le Logge della regione vorranno dire la loro sull’accaduto, magari non ogni singola Loggia dell’Arizona ma come minimo quelle della vicina Phoenix.

In più, anche all’interno del branco si sono manifestate alcune … “piccole” divergenze.

L’Alfa del Branco, un Rahu degli Artigli Insanguinati, è assimilabile ad un autotreno in corsa sia in combattimento che nella strategia, e solitamente questo causa piccoli momenti di sconforto all’Irraka del gruppo, che preferirebbe azioni più furtive e controllate. Che l’Alfa non approva, ovviamente.

Mentre l’Ithaeur delle Ombre Ossute si ritrova spesso a perdersi nei meandri della contemplazione degli spiriti, i due Cahalith si trovano in opposizione: uno di essi trova una bizzarra sintonia con il secondo Rahu del branco a proposito dell’infrazione di tabù non tanto a proposito degli spiriti ma dei Lupi Mannari in generale, proponendo piani quali accoppiamenti forzati, alleanze e sfruttamento dei Vampiri e trasformazioni combinate tra loro stessi e queste appena citate creature della notte… Mentre il secondo Cahalith si trova a cercare di amalgamare tutte le differenti anime del branco, e occasionalmente il suo animo combattente da Artiglio Sanguinario lo porta a combattere e allenarsi con l’Alfa. E solitamente a perdere.

tavolo lupi mannari all'aperto

Vi è però una chiara differenza tra le difficoltà interne al branco e quelle relative alle Logge.

Mentre è assolutamente chiaro che qualche Loggia si adopererà non troppo a favore delle ultime attività del branco, le difficoltà interne alla fine non sono nulla di diverso dalle difficoltà che un nuovo branco di Lupi Mannari deve attraversare. I Licantropi provano emozioni intense, e difendono le loro idee con tenacia. Non è da loro essere remissivi, non è da loro arrendersi facilmente, e il loro stesso sangue li spinge allo scontro. Ma il legame verso il Branco è più forte.

 

Certo, se veramente quei due membri del gruppo volessero portare avanti le loro idee sullo sfruttamento dei Vampiri…

 

Annunci

2 thoughts on “Lupi Mannari: occhio per occhio

  1. secondo me l’alfa è molto posato e riflessivo, poi ovvio che confrontato con compagni affetti da un immobilisml cronico sembri un goccio un autotreno. MA È UN CASO!!!!!! NON SI VINCONO LE GUERRE ATTENDENDO CHE GLI ALTRI ATTACCHINOOOOOOOOOOOOOOOO 🙂

    1. Mai potrei essere stato più d’accordo. Per quanto riguarda ogni ipotetico e possibile bisogno di furtività o scaltrezza, il Totem del vostro branco vi aiuterà. Per tutto il resto il vostro Alfa ha ragione.
      Ricordate le sue parole, no?

      TNB 2:21-24
      “21 E verrà il giorno in cui la furia stessa che vi scorre nelle vene non sarà più considerata in alcun modo una maledizione, un peso o un fardello. 22 Lo spirito-totem si occuperà di voi 23 e voi vi occuperete dello spirito-totem, 24 fino a quando il bollore del vostro sangue di Uratha non sarà completamente libero. “

      Così parlò Nerofumo, e chi siamo noi per dire altrimenti?

      Sappiamo tutti che dall’ultimo mese a questa parte le sue parole sono sempre state veritiere, sappiamo quanto il suo potere sia cresciuto e quanto la sua scalata nella corte locale degli spiriti sia tuttora in corso. Io ho fiducia nel vostro branco e nel vostro totem.

      Così parlò Nerofumo
      , non potreste avere Alfa migliore del vostro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...