D&D: etica, distruzione e one-shot

 

Il ceppo di legno era stato sradicato e posizionato sotto un lungo e basso ramo, al quale un piccolo topo di campagna era stato appeso. Al centro del ceppo, un piccolo ma molto pesante uovo.

Dopo una breve cerimonia, il topo venne ferito, in modo che dall’incisione il sangue gocciolasse lentamente sopra la creatura non ancora nata.

dark-ritual-forestL’elfo incantatore sembrava sinceramente impressionato dai due ragazzini, poco più che bambini, che avevano organizzato e gestito questa cerimonia. Il nano blaterava qualcosa di insensato a proposito della futilità della vita e della mancanza di scopo in essa, annoiando profondamente la sorella dell’incantatore.

Lontano dal campo, alcune paia di occhi osservavano la scena nascosti nella bassa boscaglia.

Erano occhi iniettati di sangue, il cui istinto sarebbe stato quello di caricare selvaggiamente qualsiasi essere vivente si fosse trovato sul loro cammino, ma… Qualcosa li fermava.

 

[…]

 

La creatura era poco più grande di un lupo normale, ma con fauci sproporzionate alla sua corporatura e perennemente digrignate. Il pelo sul dorso della creatura si allarga in prossimità di una cresta ossea che sembra fuoriuscire dalle vertebre, dalla base del collo fino a circa metà della coda.

 

[…]

 

Di prima vista la creatura poteva sembrare una femmina gravida di lupo crudele, lunga poco più di tre metri, adagiata su un fianco, con il ventre gonfio e la respirazione affannosa.

I gemiti della creatura e i rapidi movimenti del ventre, innaturalmente gonfio per una creatura di quel tipo, non sembravano affatto riconducibili ad una cucciolata di questa primitiva e ferale specie lupina.

 

[…]

 

obad-hai-dd-divinitaLa popolazione aveva trovato una temporanea salvezza dalle creature che li avevano attaccati nella benedizione di Obad-Hai, che ancora aveva effetto su un ampio terreno a pochi chilometri dal monte su cui il villaggio era stato fondato.

Un superstite della Chiesa di Moradin si stava occupando come poteva della situazione, ma con lo scarso aiuto a suo disposizione la situazione era in equilibrio precario.

Il gruppo prese molto bene la situazione, una volta che gli fu chiarita del tutto.

Ragazzino: EHI, MA CI HANNO FREGATO TUTTO IL DIVERTIMENTO!

 

Inutile a dirsi, il gruppo sembrava decisamente più intenzionato allo sterminio della popolazione piuttosto che alla loro salvezza. Certo, in alcuni momenti la situazione sembrò scappare leggermente dalle mani.

Come quando il Nano guerriero, autoproclamatosi tutore dei bambini e ex-gestore di un orfanotrofio distrutto da quelle creature (il fascino delle bugie a catena), chiese di nascosto al ragazzino di parlare in abissale durante il successivo colloquio con il Chierico di Moradin.

 

Di fronte allo stupore e alla reazione del chierico, poteva seguire qualcosa di diverso di un massacro incondizionato dei presenti della tenda?

Ovvio che si!

Un massacro incondizionato MASCHERATO come se lo stesso Chierico di Moradin fosse il colpevole dell’invasione che aveva scacciato il popolo dal villaggio fino a quella terra “sicura”… Ma che a causa del tradimento del chierico non sarebbe rimasta tale a lungo.

Fortunatamente il gruppo di avventurieri avrebbe aiutato tutti i sopravvissuti a rinforzare gli effetti della benedizione di Obad-Hai, in modo tale da garantire sicurezza per l’avvenire.

 

[…]

 

dd-etica-distruzione-e-one-shot

 

[…]

 

“I demoni esistono per una sola ragione: distruggereLa loro intera esistenza sembra modellata su questo semplice concetto, sviluppato nelle più diverse forme ma sempre centrale in tutta la loro natura. A differenza dei diavoli, che cercano di distorcere le menti ed i valori dei mortali per quali che siano i loro fini, i demoni voglio soltanto mutilare, distruggere e nutrirsi. Essi reclutano forme di vita mortali solo se simili schiere rendono più rapida l’eventuale distruzione della speranza e del bene. E tutto quello che un Demone può offrire ad un mortale ritorna sempre al concetto insito nella loro natura: distruggere.

 

 

D&D logo terza edizione

 

Annunci

2 pensieri su “D&D: etica, distruzione e one-shot

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...