Domande & Suggerimenti

Per chi non volesse né scriverci personalmente né utilizzare il nostro modulo di contatto, ecco una pagina dedicata a dubbi, domande, note, commenti o qualsiasi cosa vi passi per la testa. 😉

Chiaramente la pagina è pubblica: chiunque può partecipare alla discussione e far sapere la sua opinione! Anzi, come sempre i feedback su tutte le nostre attività sono più che ben accolti. 😉

 

A presto!

 

Annunci

13 thoughts on “Domande & Suggerimenti

    1. (rispondo riferendomi alle statistiche di D&D)

      Risposta breve: un personaggio con saggezza 6 è molto distratto ed estremamente volubile, usualmente un individuo molto facilmente manipolabile, difficilmente consapevole dell’ambiente circostante e con scarsa capacità di concentrazione.

      Risposta articolata: sono sempre possibili diversi approcci alla definizione di un personaggio, e l’interpretazione e il significato delle tre statistiche “mentali” di D&D (Int, Sag, Car) ha sempre dato adito ad interessanti discussioni. Notando che manca un articolo opportuno su queste pagine, cercheremo di scrivere qualcosa di più approfondito. 😉
      Il punto centrale della discussione (espresso anche dagli stessi manuali, anche se non molto chiaramente) è che nessuna di quelle statistiche può essere interpretata correttamente da sola. È dall’insieme delle tre statistiche che si può definire con molta più precisione il significato di un valore sopra o sotto la media.
      Per fare un esempio, un personaggio con Int 15 e Sag 6 potrebbe benissimo essere uno studioso od un sapiente di vastissime conoscenze e cultura, ma estremamente distratto. Un personaggio con Int 6 e Sag 6 accusa estremamente di più la bassa saggezza, perché unita ad una bassa intelligenza! Quindi non solo è distratto e volubile, ma anche ottuso, poco incline ad imparare e probabilmente privo di sufficiente raziocinio e introspezione per rendersi realmente conto da dove derivino i suoi problemi (da lui stesso, n.d.r.). E questi esempi considerano un valore di Carisma nella media – non influente nella descrizione, ma ovviamente punteggi superiori od inferiori alla media anche di questa caratteristica possono influenzare la caratterizzazione del personaggio.

      In bocca al licantropo per la tua partita!
      😉

      Lherian

  1. Salve a tutti, sono nuovo e magari sbaglio a fare la domanda qui. Ho iniziato da una settimana a giocare assieme ad altri amici, all’ambientazione per d&d Warcraft, avrei alcune domande. Sto cercando schemi per armi, idee, ricette per creare polvere nera e flogisto (visto che nel manuale ho trovato solamente la cd da superare con alchimia). Sapreste aiutarmi? Grazie in anticipo.

    1. Ciao! hai fatto benissimo a scrivere qui, in realtà il titolo della pagina è fittizio. 😆 Si può scrivere e/o commentare in qualsiasi punto/articolo/pagina del sito. 😆
      Rispondendo alla tua domanda in maniera “sintetica”: personalmente (da fan dell’universo Blizzard) per tutto ciò di cui il manuale non fornisce sufficienti indicazioni mi sono sempre riferito al mondo stesso. Nell’esempio del flogisto, la prova di alchimia è solo la parte “conclusiva” della preparazione delle fantomatiche fiale di flogisto (composta in parti precise da olio, distillati liquidi e gas miscelati nella fiala stessa), il grosso della lavorazione è più “meccanica” (sulle tre componenti) e quasi sempre effettuata dai Collettori di Flogisto, macchinari grandi più o meno come un carro che in base a come sono costruiti possono sia fornire i componenti necessari che direttamente la fiala pronta e finita (senza di fatto bisogno di alcun test di alchimia!). Comunque nell’eventualità di voler fare tutto a mano delle ottime conoscenze alchemiche sono necessarie, così come per progettare un collettore! Farlo funzionare se già costruito è più semplice, ma si perde ovviamente parte del divertimento. 😛
      Come per il flogisto, il discorso è valido anche su armi, progetti o qualsiasi altra cosa. Il mondo creato dalla Blizzard contiene tutte le informazioni che servono per riportare nel gioco di ruolo qualsiasi oggetto ci serva, ovviamente sta a noi scegliere “quanti” dettagli siano necessari nella nostra partita. 😉 Senza andare a parlare di videogiochi o romanzi, esistono moltissimi siti (anche delle “semplici” –wiki) con tutte le informazioni che ti servono su qualsiasi oggetto ti possa servire.

      Se invece stavi cercando qualcosa di già “convertito” in termini di Gdr, allora ti suggerisco il manuale “Magia & Macchinari” (sempre della collana di WoW GDR), non aggiunge praticamente alcuna regola per quanto riguarda la creazione di congegni ma fornisce moltissimi altri esempi, proposte ed idee oltre a quelle del manuale base. Sempre per restare in termini di idee, ci sono diversi articoli su questo Blog che trattano gli oggetti tecnologici in WoW GDR, sotto questa categoria (qui il link alla categoria).

      Spero di esserti stato utile, io personalmente adoro quell’universo e porto un ricordo stupendo di tutte le partite, dalle one-shot alle campagne, ambientate in esso.
      In bocca al worgen per la tua partita! 😉

      Arturo

  2. Io ho una domanda!
    Vorrei sapere cosa pensa il grande e onnipotente Dado Oracolo di:
    1) il blog
    2) la figura del Master
    3) Geppo
    Oh grande e onnipotente Dado Oracolo, ci rimettiamo al tuo giudizio!!
    😄

  3. Mi è venuta in mente una cosina e la metto qua perchè, effettivamente, è un suggerimento!
    Non sarebbe simpatico se nella sezione sui sistemi di gioco, se non altro per rispettosa memoria, mettessi anche il sistema che avevamo inventato assieme anni fa (allegramente denominato “Gioco di Ruolo”)? Sarebbe una simpatica rimembranza!

    1. In realtà quel sistema è indirettamente citato. Il “Gioco di Ruolo” non era un sistema, era molto di più un insieme di regole diverse con cui giocare. Il lavoro con il Sistema Sperimentale D20, anche se su base diversa, è il suo successore spirituale. ^_^ Inoltre, nonostante mantenga un grande legame affettivo con le tantissime edizioni (o ri-edizioni XD) del “Gioco di Ruolo”, adesso non c’è nessuna partita attiva con quel sistema (in realtà nemmeno con Mondo di Tenebra, ma con quella c’è un progetto da applicare al futuro ;-))
      Consideriamo il “Sistema Sperimentale D20” come il successore del vecchio manuale, che comunque si ricorda! Anni di Gdr hanno lasciato il segno. 😄

  4. Una curiosità: premettendo che (credo) di aver colto il succo della tua risposta, non capisco invece cosa intendi quando dici “oppure membri di un’organizzazione importante (come la gilda degli alchimisti) ma senza riferimenti ad una campagna specifica”. Cioè non capisco come possa un’organizzazione di qualunque tipo essere “generica” e non ancorata ad uno specifico background.
    Pura curiosità, ma se hai tempo rispondi ad una povera anima perduta. 😄

    1. Ciao!
      Si, effettivamente non sono stato chiaro. 😄 Con quella frase intendevo dire che la gilda degli alchimisti di cui parlo non fa riferimento a nessuna campagna che sto giocando adesso ^_^

  5. Ripropongo.
    Approfitto di questa pubblicazione per fare una domanda: gli stralci delle preghiere, della battaglia della piana, di questo insegnamento di alchimia… ovvero tutte le parti narrative che non sono (almeno credo) affini ad una partita di GURPS o D&D, da dove provengono? Mi spiego meglio: quale ambientazione (presumo tua, “custom”) hai adoperato per formulare i testi?

    1. La risposta dipende dai brani a cui si fa riferimento. Ad esempio, la battaglia della piana è stata combattuta in una partita, ed è rimasta parte di quella specifica ambientazione. Altri interventi narrativi (come alcuni autori delle preghiere, l’insegnamento di alchimia, il manuale di maledizioni, o simili) sono solitamente o dei PNG importanti di una campagna specifica, oppure membri di un’organizzazione importante (come la gilda degli alchimisti) ma senza riferimenti ad una campagna specifica. Altri ancora, come il filone del “Diario di un Mago”, rappresentano una storia parallela di una campagna specifica, che procede più o meno pari ad altri avvenimenti.
      Non vi è un unico Background per gli articoli di carattere narrativo, anche perché le ambientazioni delle partite a cui fanno riferimento (sempre che facciano riferimento ad una partita specifica!) sono diverse, e di solito con ambientazioni diverse.

      Spero di aver risposto alla tua domanda. ^_^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...